Identità Golose e Identità di Pasta

Identità Golose e Identità di Pasta

Paolo Marchi:
Quando si dà per scontato qualcosa, sia esso un sentimento o un prodotto piuttosto che una persona, si corre sempre il rischio di non accorgersi che qualcosa lì sta mutando, magari
spostamenti e variazioni minime, quasi impercettibili nel breve periodo, ma che alla lunga emergono con contorni netti.

Noi di Identità Golose ci siamo accorti negli ultimi tempi di quanto la pasta, una bandiera della cucina italiana,   del costume e dell’economia, fosse bistrattata qua e
là lungo la Penisola.
«Un piatto di pasta non si nega a nessuno», quante volte lo sentiamo dire, ma al di là del significato della frase in sé, sarebbe bene che quel piatto di pasta fosse
migliore di tanti che vengono preparati e serviti ogni giorno. Siamo di certo un popolo di pastaioli, ma da tempo ci accontentiamo.
Un po’ diamo per scontato che la nostra pasta è ottima sempre e comunque e un po’ il palato si è abituato alla mediocrità dei prodotti standardizzati da non accorgensi che la
vera e autentica qualità ha standard ben diversi.

All’ultima edizione del congresso, lunedì 1 febbraio, si è celebrata la giornata di Identità di Pasta proprio per fare il punto sul Mondo Pasta e per alzare
l’asticella alla giusta altezza, sotto la quale non si può parlare di virtù assolute.
Alain Ducasse ha stupito molti quando in Auditorium ha detto che non aprirà mai un ristorante di alta cucina in Italia perché è un paese impossibile, dove lui non
potrebbe lavorare a certi standard perché noi per primi non ci siamo ancora messi d’accordo sull’esatto tempo di cottura per una pasta al dente.
Ha ragione, ma forse questa è anche la forza di noi italiani, solo se sapessimo mettere le nostre verità al servizio di una cucina globale e golosa.

Identità di Pasta è ora anche una newsletter e di questo ringrazio Riccardo Felicetti e il Pastificio Felicetti per la passione che mettono nel lavoro e per
la fiducia che ci accordano.
Sarà uno strumento per muoversi nel mondo di spaghetti e affini, per confrontare le tesi più diverse e offrire motivi di discussione e di arricchimento.

Paolo Marchi
IDENTITÀ di PASTA 1 – 29.3.2010 per gentile concessione

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento