I mini snack fanno ingrassare

Le miniconfezioni di snack, patatine e altri cibi pensate per una merenda leggera e senza eccessi, sono in realtà un attentato alla linea, paradossalmente potrebbero indurci a
mangiare di più.

Lo rivela uno studio di Rik Pieters dell’Università di Tilburg in Olanda pubblicato sul Journal of Consumer research.

Secondo quanto riferito dal magazine britannico New Scientist, l’effetto dei pacchetti mini-porzione è simile a quello già sospettato per i cibi light, che alla fine,
proprio perchè considerati poco calorici, inducono a mangiare di più sopendo i nostri sensi di colpa.

Gli esperti infatti hanno studiato il comportamento di un gruppo di 140 studenti cui non avevano svelato il vero fine dell’esperimento.

A tutti veniva detto di vedere la TV e gli venivano dati due pacchetti di patatine da 200 grammi ciascuno e nove mini-pacchetti da 45 grammi l’uno, con assoluta libertà di scelta.
A metà del campione, prima della prova, venivano fatte domande su peso corporeo e sulla propria forma fisica.

E’ emerso che un giovane su due tra coloro cui non veniva detto nulla prima della ‘prova-patatine’ apriva la confezione grande, tre su quattro le bustine piccole; ma mangiavano tutti la stessa
quantità di patatine. Invece del tutto diversa la situazione tra coloro cui si era parlato di dieta e che erano stati pesati prima della prova: solo uno su tre apre la confezione
grande e il 59% (oltre la metà) dei volontari apre quelle piccole.

Questi ultimi rispetto agli altri mangiano ben il doppio delle patatine.

Leggi Anche
Scrivi un commento