I Dunk, Superman, il vino e il gruppo

I Dunk, Superman, il vino e il gruppo

Drinking with L. A.
Un drink con Alessandra Lumachelli

I Dunk, Superman, il vino e il gruppo
di Alessandra Lumachelli

Ascolto “Mila” e m’incanto. La melodia, le parole (“siamo specchi”), e la batteria, “colonna portante” di ogni brano dei Dunk, che qua, a un certo punto, mima o forse accompagna il battito cardiaco. Caspita. Devo assolutamente intervistarli. Fanno il soundcheck all’ “Heartz” di Campiglione. Arrivo! Ettore Giuradei, l’autore dei testi della band, si presta volentieri a chiacchierare con me. Leggete, Amici.

Io: Se tu fossi un supereroe, che supereroe saresti e che superpoteri avresti?
Può trattarsi del supereroe classico, oppure dell’eroe di un mito, di una favola, di un personaggio inventato, di un anti-eroe…
Ettore: Non so perché ti dico Superman, col potere di viaggiare nel passato.

Io: Allora la domanda successiva, che è quella sulla macchina del tempo, capita a fagiolo. Se avessi la macchina del tempo, dove andresti?
Ettore: Andrei nel Medioevo di sicuro. E forse  anche nel Rinascimento.

Io: Che cosa rappresenta per te il gruppo?
Ettore: Rappresenta, più che in passato, un modo molto spensierato di vivere in questo momento. Fuori dal gruppo, la situazione è abbastanza intensa, incasinata. Nel gruppo mi ritaglio il mio quarto di spazio, di serenità, di bel vivere.

 

 

 

 

Io: Qual è il tuo drink preferito?
Ettore: Il vino.

Io: C’è un alimento che ti piace in particolare?
Ettore: Venendo da Brescia, semplicemente il super popolare panino con la salamina. Il vino si accosta bene col salame.

Io: Che cosa puoi fare per salvare o per migliorare il mondo?
Ettore: Spero di partecipare alla ricerca di questa cosa comune, che non si sa. Mi piace questo pensiero. Da tempo, riempie molto la mia vita questa ricerca di non so bene cosa. E quando lo sento in altri, che mi aiutano a fare un passo in più, mi sento fortunato di essere in un gruppo, che considero l’umanità . Quindi, dal mio punto di vista, spero che nel momento in cui faccio qualcosa che mi fa sentire in contatto con tante cose … col tutto … spero che qualcuno, da qualche parte, colga anche solo una parola, un verso di quello che ho fatto, e che gli possa servire a sua volta per evolversi in questa ricerca continua.

Avevo ragione, a sentire il bisogno di chiacchierare con loro. Eh, sì, questa ricerca, di cui parla Ettore, in realtà riguarda tutti noi. E davvero potrebbe migliorare il mondo, armoniosamente e sorprendentemente. In alto i bicchieri, quindi, Amici, brindando alla nostra evoluzione!
Alla prossima!

=======Who’s who  Dunk =======
Per chi non lo sapesse
I Dunk (in inglese, significa “schiacciata” nello sport della pallacanestro) sono un gruppo indie, power pop, composto da precedenti formazioni: Marta sui Tubi (Carmelo Pipitone, chitarra), Verdena (Luca Ferrari, batteria) e Giuradei (Ettore e Marco Giuradei). L’album di esordio si chiama Dunk e contiene 11 brani: “E’ altro”, “Stradina”, “Mila”, e altri.

=============================

 


Drinking whith L.A.

Le interviste di
Alessandra Lumachelli
in esclusiva
per Newsfood.com

 

Redazione Newsfood.com
Contatti

 

 

 

Leggi Anche
Scrivi un commento