FREE REAL TIME DAILY NEWS

Gustoso ma calorico. Se il cenone di Natale vale “doppio”

Gustoso ma calorico. Se il cenone di Natale vale “doppio”

By Redazione

Un pericolo nel piatto? Forse no, ma è indubbio che il Cenone di Natale deve essere gestito con attenzione. Ricco di alimenti e condimenti, il pranzo in questione può riservare
brutte sorprese.

A mettere carte in tavola, il dottor Antonio Migliaccio, nutrizionista e presidente della Società italiana di scienza dell’alimentazione.

Da subito, Migliaccio va al cuore della questione: “Il cenone di sabato sera, vale, in termini di calorie, più del 50% del fabbisogno medio di un’intera giornata: antipasti, primo,
secondo, contorno, frutta, dolci e soprattutto tante ‘cosette’ caloriche, dalla frutta secca ai dolci particolarmente ricchi”.

Gli eccessi fanno male a tutti, ma fanno peggio ai soggetti deboli: diabetici, ipertesi cardiopatici.

Come spiega il medico, il problema sta nella relazione problemi di pressione-eccesso di sale. Di per sé, la dieta quotidiana ne contiene troppo 15 grammi contro i 3 suggeriti. La tavola
di natale fa peggio: tenendo conto di quello contenuto “Sopratutto nei salumi e nei formaggi”.

Altra possibile trappola del cenone, l’eccesso di grassi, anch’essi il doppio della dose normale.

Tuttavia, per Migliaccio è bene mettere in chiaro le differenze: “Il sodio agisce nell’immediato, facendo alzare la pressione subito con pericoli di danni, i grassi assunti li paghiamo
nel tempo”.

Chiari i problemi, chiare (anche se scarse) le soluzioni. Riguardi a grassi e calorie, è possibile smaltire con una passeggiata. Tuttavia, il grande nemico è il mix, che comprende
anche il sale.

Contro questo, conclude Migliaccio, unica soluzione è non ripetere il cenone. Parlando chiaro, a Santo Stefano si deve mangiare meno.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: