Gli Auguri di Attilio Scotti, giornalista “Enogastronomade”, sanguigno e senza peli sulla lingua

Gli Auguri di Attilio Scotti, giornalista “Enogastronomade”, sanguigno e senza peli sulla lingua

Ristoratori, Osti e Chef: Auguri che vostre tavole siano sempre piene. Evitate nei menu, di descrivere i piatti come titoli dei film della Lina Wertmuller, che i vini siano offerti
con il giusto ricarico, auspicando il ritorno in lista degli umili spaghettini aglio olio e peperoncino o i grandi primi del territorio…E girate al largo da chi vi propone premi ed
onorificenze, attestati e collari.( a pagamento) Nella quasi maggioranza sono bufale.

Vignaioli: Buon 2009, e buona futura vendemmia. Nella speranza che questo nuovo anno cancelli per sempre lo stillicidio di vini “taroccati” : ma soprattutto auguri ai
piccoli produttori che con grande fatica e coraggio continuano a fare vini seri e onesti senza spericolate operazioni di cantina.

Colleghi Giornalisti: Auguri. Contro lo strapotere degli editori che ormai tratta la categoria a pesci in faccia , non prestarsi al facile giochino di cadere nelle trappole delle
multinazionali dei cibi e dei vini che ormai comprano tutto e tutti.

Agriturismi: buon lavoro. Augurando che i prodotti a chilometro zero siano tali e non arrivino da oltre oceano.

Enogastrnomadi: Dare sempre più spazio, fiducia e visibilità a quei piccoli ristoratori, vignaioli e produttori che lavorano seriamente. Per evitare che le ”
multinazionali del non gusto” livellino le nostre papille e li costringono alla resa.

e per finire

Uffici Stampa e P.R.: Tanti auguri di buon lavoro. I vostri comunicati sono utili Nella speranza che gli stessi raccontino veramente qualcosa di nuovo e non ingombrino più
del necessario le nostre già strapiene caselle email. E non fate passare per evento mondiale anche il sussurro di un degustatore di acqua minerale.

Importante (nota dell’autore)

Questa lettera settimanale è un contributo a valorizzare i prodotti tradizionali del territorio italiano ed in particolare le piccole produzioni artigianali, spesso poco
conosciute o trascurate. E diffondere notizie sull’enogastronomia, brutte o buone che siano, che la grande informazione, spesso. ignora. Lo scrivente da quarant’anni
giornalista professionista : la lunga militanza nel campo dell’informazione turistica e agroalimentare la potete trovare descritta sul sito www.attilioscotti.com. Coloro che si
riconoscono in queste produzioni di nicchia possono informarmi ed interverrò di persona a visitare l’ attività e segnalarla, a condizioni che la stessa abbia vere
caratteristiche radicate nel territorio o merita di essere segnalata. Il tutto senza nessuna richiesta o rivalsa economica presente o futura per la visibilizzazione.. La presente
lettera della settimana è inviata settimanalmente a: 23.018 indirizzi in Italia e Svizzera di lingua italiana ( giornalisti, testate cartacee ed on line, produttori, circoli
enogastronomici, enti e associazioni varie ( ais, fisar, asa, ecc.) fiere nazionali ed internazionali, uffici stampa ecc.E viene pubblicata regolarmente da oltre trenta testate cartacee
e on line-

( i nomi in contatto sono in copia nascosta onde evitare una impropria diffusione )

Attilio
Scotti
                                      
Attilioscotti@bluewin.ch

 

Leggi Anche
Scrivi un commento