Fusione tra la Cantina di Soave e la Cantina Montecchia di Crosara

«E’ uno dei principali assist del mondo cooperativo ed è ai primi posti delle nostre strategie: aggregarsi per crescere e crescere per competere, per questo motivo salutiamo con
soddisfazione l’operazione di aggregazione nel settore vitivinicolo di Fedagri che ha portato la Cantina di Soave ad acquisire per fusione la Cantina di Montecchia di Crosara».

Con queste parole, il presidente di Fedagri-Confcooperative, Paolo Bruni ha commentato la recente aggregazione delle cantine cooperative venete.
Grazie alla fusione per incorporazione, la Cantina di Soave arriverà a gestire il 48% del Soave Doc, il 43% del Soave Classico, il 50% della denominazione della Valpolicella, oltre a
diventare principale produttore di vino Lessini Durello, confermandosi quindi primario produttore di vini doc di collina a livello italiano.

«Le aggregazioni consentono una maggiore compattezza nella gestione dell’offerta – ha aggiunto Bruni – esigenza quanto mai forte nel settore vitivinicolo italiano che sebbene registri
continui record nelle esportazioni, ancora soffre di un alto grado di polverizzazione delle imprese».

Leggi Anche
Scrivi un commento