FORTIA: i manager in formazione e la crisi idrica del millennio

 

In un capannone industriale alla periferia nord di Milano, centodieci professionisti combattono per fronteggiare in poche ore la «crisi idrica perfetta» dell’ultimo
millennio.

«I nostri ricercatori prevedono un drastico e imprevisto crollo della disponibilità di acqua per usi industriali e civili in tutto il bacino del Po. In soli 12 mesi, dagli
attuali 700 metri cubi/anno procapite, possiamo finire a meno di 200 metri/cubi anno», dice il General Manager di questa squadra di ricercatori e progettisti, che indicheremo come
«H2OTeam».

In questo quartier generale, il nostro H2OTeam sta lavorando ad una vera e propria «mission impossible»: salvare la comunità, convivendo con la perdita di oltre il
70% della risorsa-acqua.

Mica facile.

Dimenticavamo un dettaglio: questa è una simulazione.

Niente paura, ancora per qualche tempo la doccia è assicurata (forse).

Veniamo ora al VERO argomento di questo articolo, e di questo progetto di simulazione: la formazione ad un gioco di squadra innovativo, efficace, veloce. Per le Aziende, e per tutte le
organizzazioni. Dalla Società di training aziendale FORTIA.

Il reale contesto di questo H2OTeam è uno dei tanti progetti formativi condotti da FORTIA, la quale ha come principale attività quella di formare i manager, i capi
progetto e le loro piccole e grandi squadre, organizzazioni di vendita, servizi di asistenza al cliente, e tante altre figure aziendali.

Il progetto si svolge come segue:

– prendiamo un gruppo di persone abituate a lavorare in Azienda, in contesti relativamente stabili e strutturati. Potrebbero essere 10 persone, o anche alcune centinaia,
contemporaneamente. Anche in postazioni remote, collegate in videoconferenza;

– sottoponiamo loro a sorpresa un tema sfidante, così complesso e drammaticamente reale ed urgente da indurle ad adottare tutte le possibili strategie innovative, cooperative, di
coordinamento, di leadership, di relazione. E a confrontarsi con le proprie paure e le proprie fragilità;

– durante il progetto, i formatori di FORTIA stimolano e supportano il gruppo nel suo lavoro – di solito durante una giornata di attività – e infine, successivamente al
compimento del progetto, aiutano il gruppo e i singoli a scoprire quali siano stati i meccanismi di collaborazione rivelatisi più efficaci, quelli inefficaci rischiosi;

– ed infine: si celebra il risultato! Il gruppo ha funzionato… la forza del collettivo ha saputo ottenere risultati prima insperati, a vantaggio di tutti i partecipanti al
progetto.

Ma torniamo al lavoro del nostro H2OTeam:

«Dopo una prima ora di vero panico e caos, i nostri Ricercatori – che nella vita di tutti i giorni sono funzionari commerciali, impiegati amministrativi, addetti allo sportello –
hanno individuato, quasi da soli con solo pochissime indicazioni dal Trainer FORTIA, una serie di aree critiche ciascuna delle quali affidata ad un sottogruppo: energia e industria –
alimentazione – mobilità e comunicazioni – rifiuti – igiene e salute – istruzione – urbanistica.

Progettare in modo coordinato. Valorizzare immaginazione e risorse condivise.

Ogni sottogruppo ha poi discusso e attuato decisioni importanti su come affrontare la inaspettata crisi idrica, e ha previsto anche una serie di strategie alternative, alcune delle
quali estremamente innovative. E ha richiesto e valorizzato il contributo degli altri sottogruppi, mettendo immediatamente in pratica le soluzioni migliori, in modo coordinato e
flessibile.

I sottogruppi hanno anche dovuto intraprendere una attività negoziale multilaterale fra di loro, per suddividersi le scarsissime risorse tecniche e idriche a disposizione.

Non solo progettazione, ma realizzazione pratica: disegno, costruzioni, arterie.

I gruppi hanno infine realizzato una serie di modelli in scala di tutte le strutture tecniche rese impellenti dalla Grande Crisi Idrica: depuratori, nuovo sistema di condotte,
interventi edilizi e urbanistici ecc.

Tempi da infarto: quando il cambiamento imcombe… ora.

Il tutto sotto un drammatico vincolo temporale, perché la Comunità va salvata entro le 18:00 di stasera.

Entro metà pomeriggio avevamo già ridisegnato la geografia urbana e idrica di quasi la regione! E tutti hanno fiducia di potercela fare a sopravvivere con una ottima
qualità di vita… e con tanta fiducia in se stessi come gruppo.

Il commento dello staff FORTIA

«Il vero tema di questo tipo di interventi formativi – che da diversi anni realizziamo presso Aziende italiane e internazionali di primissimo piano – è la
necessità di affermare alcuni messaggi forti presso popolazioni aziendali poco orientate al «cambiamento» e al «team work», fra cui:

– Il Cambiamento è inevitabile per la nostra sopravvivenza!

– Il Cambiamento produce sempre nuove opportunità!

– Il Cambiamento è gratificante per chi vi partecipa attivamente!

Vivere positivamente il cambiamento significa anche acquisire, proprio grazie a programmi formativi e di comunicazione interna come quelli di FORTIA, una serie di competenze e di
comportamenti profondamente interiorizzati, fra cui Curiosità – Immaginazione – Gioco d’anticipo – Analisi – Coraggio – Creatività – Gioco di Squadra – Comunicazione –
Gioia – Umiltà – Metodo».

Chi siamo

FORTIA (il nuovo marchio di VARRIALE Formazione) ha sede a Milano e opera da oltre venticinque anni nella formazione aziendale, sia in campo nazionale che europeo. Propone metodi
sperimentati con successo sul campo dalle Aziende più efficaci nel rispondere alle nuove sfide nell’ambito del marketing; delle vendite, del servizio alla clientela, della
gestione dei collaboratori.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento