Firmato il rinnovo del CCNL del settore pulizie

La FNIP, Federazione Nazionale delle Imprese di Pulizia aderente a Confcommercio, ha firmato insieme a Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltrasporti-Uil, il rinnovo del CCNL dei lavoratori del
comparto pulizie e servizi integrati.

Il nuovo contratto, che interessa oltre 500.000 addetti e prevede un aumento medio a regime pari a 115 euro al 2° livello, è stato sottoscritto nei giorni scorsi alla presenza del
Ministro del Lavoro, Cesare Damiano, che, su proposta della FNIP stessa, ha provveduto all’emanazione di un decreto che modifica la disciplina, prevista dall’art.4 del CCNL, del passaggio del
personale da una società all’altra in caso di cambio di appalto.
Un decreto di fondamentale importanza che garantisce il corretto svolgimento delle dinamiche del settore a tutela della committenza, dei soggetti imprenditoriali e degli stessi lavoratori
stabilendo che, nelle frequenti e fisiologiche ipotesi di cambio d’appalto, non possa più essere invocata la legge 231/91 in materia di licenziamenti collettivi scongiurando così
il ricorso alle procedure di mobilità.

Tra i contenuti principali dell’accordo, il riferimento all’impegno del ministro del Lavoro, Damiano – contenuto già nel decreto «milleproroghe» – a creare una cabina di
regia con compiti sia di contrasto al lavoro nero e alle inadempienze, che di impulso per una regolamentazione più puntuale del settore.

Infine, il contratto FNIP si differenzia, rispetto ad altri, per la sua completezza: dal 2001, infatti, è stato sottoscritto anche dall’ANID, associazione nazionale che opera nell’ambito
della disinfestazione, andando così a regolamentare anche l’intero settore della disinfestazione e derattizzazione.

Leggi Anche
Scrivi un commento