Ferrovie svizzere Corridoio24 Genova-Milano-Rotterdam: Nuove Stazioni e nuovi treni

Ferrovie svizzere Corridoio24 Genova-Milano-Rotterdam: Nuove Stazioni e nuovi treni

—–Original Message—–
Date: Wed, 13 Aug 2014 10:26:55
Subject: Svizzera – Canton Ticino – Nuove Stazioni e nuovi treni – Ristrutturazione delle stazioni di Bellinzona e Lugano – Istituto Europa Asia

Nuova tappa per il completamento del Corridoio24 Genova-Milano-Rotterdam

LE FERROVIE SVIZZERE INVESTONO OLTRE 1,5 MILIARDI DI FRANCHI (1.250 MILIONI DI EURO) IN CANTON TICINO. NUOVE STAZIONI E NUOVI TRENI

Colombo Clerici: Un plauso alla lungimiranza ed alla efficienza dei nostri confinanti e l’augurio che anche da parte italiana ci si muova rapidamente per ammodernare le infrastrutture.

Con la ristrutturazione delle stazioni ferroviarie di Bellinzona e di Lugano e l’entrata in funzione di otto nuovi treni,  compie un altro passo avanti il progetto AlpTransit-Gottardo, la linea ferroviaria ad alta capacità che, attraversando le Alpi con la galleria principale di 57 chilometri e con la galleria del Ceneri di 15,4 km, rafforzerà in misura considerevole i collegamenti tra Milano e il Centro-Nord Europa e tra Milano e il Mar Tirreno lungo il Corridoio 24 Genova-Rotterdam.

Il presidente di Assoedilizia e dell’Istituto Europa Asia Achille Colombo Clerici: “Un rinnovato plauso alla lungimiranza ed all’efficienza dei nostri confinanti e l’augurio che anche da parte italiana ci si muova sollecitamente nel realizzare gli adeguamenti infrastrutturali che sono di nostra competenza”.

Il Canton Ticino è di centrale importanza per il progetto: entro il 2020 i confinanti svizzeri investiranno complessivamente oltre un miliardo e 250 milioni di euro.

Gli investimenti interesseranno in particolare l’infrastruttura ferroviaria e le stazioni ticinesi: Bellinzona, ha detto il sindaco Mario Branda, sarà pronta per l’apertura della galleria di base del San Gottardo, l’11 dicembre 2016.

Durante l’incontro delle due delegazioni, guidate dal Consigliere di Stato elvetico on. Claudio Zali e dal Ceo delle ferrovie svizzere Andreas Meyer,è stato fatto anche il punto sul progetto della nuova centrale idroelettrica ticinese del Ritom che alimenterà la linea del Gottardo e l’entrata in funzione della S40, la ferrovia che da dicembre collegherà la stazione di Albate-Camerlata (Italia) a Stabio (Svizzera),via Mendrisio .

Le delegazioni – ne facevano parte anche il Sindaco di Lugano, on. Marco Borradori, la vice sindaco, on. Giovanna Masoni, la municipale on. Cristina Zanini-Barzaghi, Giovanni Realini, responsabile per le FFS del progetto, Flavio Crivelli, direttore traffico viaggiatori, e tra gli altri ospiti, l’editore Giampiero Casagrande mediatore dei rapporti con la Lombardia – hanno quindi effettuato un viaggio di prova con un treno ETR610  di ultima generazione tra Bellinzona e Lugano,dove il treno è stato battezzato con il nome «Ticino».

A Lugano è stata inaugurata la rinnovata stazione  viaggiatori risalente a fine Ottocento, monumento storico nazionale.
I lavori, iniziati nel 2012, hanno comportato un investimento complessivo di quasi 16 milioni di euro.
Con il treno ETR610 presto l’asse nord-sud sarà dotato di materiale rotabile molto accogliente per gli utenti.

Questo treno, il primo di otto, è uscito dalla fabbrica Alstom di Savigliano.

Oggi gli ETR610 sono in servizio sull’asse del Sempione, tra Basilea–Briga–Milano e Ginevra–Briga–Milano.

Da dicembre 2014 viaggeranno anche sull’asse del San Gottardo, da Zurigo verso Milano e viceversa.

Da settembre 2014, il collegamento Zurigo–Milano, che oggi prevede un cambio a Lugano, sarà diretto e, da dicembre, effettuato con il nuovo treno.

Foto: Achille Colombo Clerici con il Sindaco di Lugano On. Marco Borradori

Leggi Anche
Scrivi un commento