Federeconsumatori: Farmaci, servono misure di risparmio

Si è tenuto lunedì 22 settembre a Roma un importante convegno per fare il punto sul mercato dei farmaci nel nostro Paese. Nell’ambito del dibattito è emersa,
in particolar modo, la necessità di adottare politiche volte, da un lato, al contenimento degli sprechi e, dall’altro, alla realizzazione di notevoli risparmi per i
cittadini e per il Sevizio Sanitario Nazionale.

Una importante proposta avanzata a questo proposito, oltre al proseguimento delle campagne di informazione, promozione e diffusione dei farmaci equivalenti, è quella di
introdurre l’adozione di terapie personalizzate, a cui deve essere associata la produzione di confezioni conformi ai bisogni del paziente. Si eviterebbero così i notevoli
sprechi dovuti alle attuali confezioni, che, essendo superiori o inferiori, in media, del 30% rispetto al ciclo terapeutico prescritto, costringono spesso i pazienti a lasciare parte
delle confezioni inutilizzate.

Tale operazione, alla luce dello studio e delle analisi di Federconsumatori, consentirebbe ai cittadini di risparmiare complessivamente, ogni anno, ben 600 – 700 milioni di Euro,
inoltre comporterebbe degli importanti benefici per l’ambiente visto che, purtroppo, i medicinali non vengono sempre gettati negli appositi contenitori presenti nelle farmacie.

Inoltre, in seguito alle segnalazioni da parte delle Autorità di controllo di sequestri di farmaci scaduti, soprattutto in strutture residenziali o di assistenza sanitaria per
gli anziani, Federconsumatori ritiene indispensabile una norma legislativa che assicuri la certezza della pena, non solo in caso di somministrazione e di commercio di farmaci scaduti,
ma anche in caso di detenzione di tali farmaci da parte di queste strutture sanitarie.

L’impegno della Federconsumatori, viste le problematiche sollevate ed i dati emersi da questo confronto, continuerà a svolgersi sia sul fronte della continua attenzione al
prezzo dei farmaci e dello studio di misure che favoriscano i risparmi e l’eliminazione degli sprechi, sia sul fronte di una politica sanitaria improntata alla chiarezza ed alla
trasparenza, che garantisca al cittadino le prestazioni adeguate.

Leggi Anche
Scrivi un commento