ExpoMilano2015 e UnPOxExPO sono anche e soprattutto ospitalità e ricettività

ExpoMilano2015 e UnPOxExPO sono anche e soprattutto ospitalità e ricettività

Aikal, l’associazione internazionale del lavoro solidale che ne cura la realizzazione verso ExpoMilano2015, attiverà dei progetti territoriali in sintonia con i temi di Expo. Già
diverse le adesioni: Mantova punta al valore tecnico della produzione dei formaggi a pasta dura a grana e al melone; Rovigo e gli stakeholders coinvolti puntano sull’Albergo Diffuso e il valore
ambientale e ittico delle valli del Delta Veneto; Venezia sarà punto di arrivo per tanti turisti stranieri che in barca, in auto, in treno, in pulman si sposteranno verso Milano. La laguna
di Venezia come porto del Grande Fiume, sede di un Focus-Biennale dedicato alla civiltà della tavola. Lungo il Po si attiveranno attracchi e soste grazie alla flotta di piccole e grandi
barche che già percorrono fiume e i canali annessi fra il Brenta, l’Adige fino ai laghi di Mantova. Piacenza è la patria del Pomodoro di qualità, nelle cantine dei monasteri
cluniacensi intorno al Po si sono brevettati i modi di conservazione del cibo, le rive della città si bagnano delle acque del fiume per un Turist Water Front come già esistono sul
Tamigi, sul Danubio, sulla Senna per accogliere i turisti e per far assaggiare le prelibatezze enogastronomiche della Pianura Padana centrale, Coppa e Pancetta, oltre al Torrone a Cremona e al
Culatello a Zibello e all’aceto balsamico tradizionale a Boretto.  Vercelli presenterà il suo grande riso: elemento base per una gamma di ricette dedicate al risotto. Alessandria le
creme dolci a base di cioccolato e nocciolato, gli amaretti e i baci di dama in abbinamento con l’Asti e il Brachetto Spumante dolce.

Leggi Anche
Scrivi un commento