Equitalia: la discussione su effetti ordinanza 377 Corte Costituzionale rinviata a fine febbraio

Roma – Nella riunione del tavolo tecnico svoltasi stamani presso il Ministero dello Sviluppo Economico, è stato deciso di comune accordo tra le associazioni dei consumatori e
Equitalia di rinviare la discussione sull’ordinanza 377 della Corte Costituzionale, in merito all’indicazione obbligatoria del responsabile del procedimento nella cartella esattoriale, a fine
febbraio, allargando il tavolo a tutte le associazioni presenti nel CNCU.

«E’ opportuno creare un tavolo plenario di confronto su una tematica così delicata e rilevante – commenta Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc – ad oggi le posizioni sono ancora
molto distanti, sia sulla quantificazione delle persone interessate sia sulle possibili soluzioni. L’Adoc lavorerà per trovare soluzioni che evitino un contenzioso di massa ma che
tutelino i diritti dei contribuenti, come garantiti dalla legge e dall’ordinanza della Corte Costituzionale».

Per l’Adoc è importante sia stata affrontata anche la questione relativa alla creazione di una nuova cartella di notifica.
«Riteniamo importante e di buon auspicio – conclude Pileri – che sia stata affrontata oggi la questione sulla nuova cartella di notifica, che avevamo proposto sin dall’inizio delle
riunioni. E’ fondamentale che sia caratterizzata da maggiore trasparenza e chiarezza sugli elementi essenziali, a tutela del contribuente.»

Leggi Anche
Scrivi un commento