Entro il 16 aprile 2009 i datori di lavoro comunicheranno all’Inail il nominativo del Rsl

Entro il 16 aprile 2009 i datori di lavoro comunicheranno all’Inail il nominativo del Rsl

L’Inail ha prorogato al 16 maggio prossimo il termine entro il quale i datori di lavoro devono comunicare il nome del dipendente che svolge in azienda le funzioni di Rappresentante dei lavoratori
per la sicurezza.
  L’obbligo della comunicazione all’INAIL e’ stato introdotto dal Testo Unico sulla sicurezza (decreto legislativo n.81/2008) che ha rafforzato le funzioni del Rappresentante dei lavoratori
per la sicurezza facendone una figura fondamentale all’interno dell’organizzazione aziendale per quanto riguarda la valutazione dei rischi e la formazione ed informazione dei lavoratori. Il T. U.
ha fissato al 31 marzo il termine entro il quale il datore di lavoro – o il dirigente competente, per le Amministrazioni pubbliche – deve comunicare annualmente il nominativo del RLS in carica
dal 31 dicembre dell’anno precedente; tuttavia, in fase di prima applicazione della legge, l’INAIL ha scelto di prorogare la scadenza di oltre un mese e mezzo per facilitare i nuovi adempimenti
da parte dei datori di lavoro.
  La comunicazione deve essere effettuata per via telematica utilizzando il modulo “Dichiarazione RLS” presente sul sito internet dell’INAIL; lo stesso modulo pur anche essere scaricato dal
sito ed inviato poi per fax al n. 800.657.657. A chi utilizza la trasmissione telematica, la procedura rilascia la ricevuta di avvenuta comunicazione, da esibire eventualmente agli organi di
vigilanza competenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Tutti i datori di lavoro, pubblici o privati, che avessero gia’ effettuato la comunicazione per posta o per fax sono tenuti a
ripeterla secondo le nuove procedure, utilizzando il modulo predisposto dall’Istituto. In caso di inadempimento la legge prevede una sanzione amministrativa di 500 euro per ogni singola
violazione.
 

Leggi Anche
Scrivi un commento