Emilia Romagna: Stanziati 10 milioni di euro per turismo, beni culturali e tutela ambientale

Ravenna – Si è svolto in Regione l’incontro con tutte le Province per la valutazione conclusiva dei progetti presentati dalle Province nell’ambito dei Piani di
valorizzazione territoriale per concorrere ai finanziamenti dell’Asse 4 del Por-Fesr 2007/13 finalizzato alla valorizzazione dei Beni ambientali e
culturali.

L’assessore regionale Guido Pasi ha comunicato che dopo la fase istruttoria l’insieme dei progetti presentati è stato giudicato ammissibile e si può quindi
procedere all’approvazione della convenzione tra Regione e Province per rendere operativi i progetti finanziati.

“La Provincia col proprio Piano di valorizzazione territoriale – spiega l’assessore provinciale al turismo Libero Asioli – aveva presentato sei progetti di
valorizzazione dei beni culturali ambientali prioritari; progetti concordati con i Comuni turistici, i due Parchi, e con le organizzazioni economiche e sociali rappresentate nel
Comitato turistico provinciale. I sei progetti riguardano: archeologia a Ravenna; realizzazione del Museo di Classe e dei connessi percorsi storico-culturali; Cervia città del
sale: ripristino del percorso storico tra i Magazzeni del Sale e la Salina; Il salotto di Faenza: la Piazza mercato, valorizzazione e miglioramento dell’accessibilità al
cuore del centro storico a fini di valorizzazione turistica; la Rocca estense di Lugo: recupero e restauro a fini espositivi e museali; valorizzazione del Parco del Delta del Po:
realizzazione di nuovi musei, centri visita e percorsi naturalistico ambientali nelle stazioni ravennati e a Villanova di Bagnacavallo; il Parco della Vena dei Gessi: creazione di
centri visita, percorsi, allestimenti didattici e aree attrezzate. Globalmente, tali progetti attiveranno investimenti per 10 milioni di euro con un cofinanziamento europeo di 5 milioni
350mila euro.

La Provincia, in virtù della qualità dei propri progetti, ottiene i maggiori finanziamenti dopo quella di Rimini. Siamo dunque molto soddisfatti perché la nostra
proposta è stata integralmente accolta consentendoci così un significativo miglioramento della nostra offerta ambientale, culturale e turistica. E perché, in questa
occasione, i tempi sono stati celeri e la concertazione tra Regione e Province estremamente positiva.

Noi contiamo di approvare la convenzione in consiglio provinciale e di passare alla fase operativa entro marzo, e questo è importante in una fase di difficoltà economica
in cui abbiamo più che mai bisogno di stimolare gli investimenti pubblici e privati e di dare elementi concreti di fiducia per gli operatori.

Il nostro augurio è che, in breve tempo, possa essere approvato dalla Regione anche il bando per l’assegnazione dei contributi previsti dal Por Asse 4 per le imprese del
turismo, del commercio e dei servizi”.

Leggi Anche
Scrivi un commento