Emilia Romagna: In Aprile partirà il Festival “Easy Come Easy Go” dedicato a Marianne Faithfull e la sua Band

Emilia Romagna: In Aprile partirà il Festival “Easy Come Easy Go” dedicato a Marianne Faithfull e la sua Band

Bologna – Marianne Faithfull sarà protagonista ad aprile di una serie di eventi (concerto, reading, incontri, film) assieme alla sua band.
Un’occasione unica per conoscere appieno la musica e la voce di un’artista poliedrica che ha accompagnato la storia della musica pop britannica, reinventandosi di continuo fra rock, musica colta,
cinema e teatro.

Il Marianne Faithfull Festival “Easy Come Easy Go” è organizzato da Nuova Scena – Arena del Sole – Teatro
Stabile di Bologna con il sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e dell’Assessorato alla cultura della Regione Emilia-Romagna, con la collaborazione della Cineteca del Comune
di Bologna.

Il Festival è stato presentato nel corso di una conferenza stampa presso la sede della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, a Bologna.

Hanno partecipato alla presentazione Angelo Varni consigliere delegato per le attività culturali della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Alberto Ronchi assessore alla Cultura
Regione Emilia-Romagna, Bruno Damini direttore comunicazione Arena del Sole – Nuova Scena – Teatro Stabile di Bologna, Andrea Morini responsabile programmazione Cinema Lumière, Cineteca
del Comune di Bologna.

“Questa iniziativa – ha commentato l’assessore regionale Alberto Ronchi – è per noi importante per un duplice motivo. Da un lato mette insieme, intorno ad un progetto originale,
realtà importanti di questa città; d’altra parte, questo festival è coerente con gli indirizzi di programmazione che ci siamo dati a inizio legislatura, tra cui ha un ruolo
di rilievo l’attenzione verso il contemporaneo, il rock o meglio la popular music. La scelta di quest’artista, come successo per le scorse edizioni, è legata fondamentalmente alla
considerazione di un’attività che abbia attraversato diverse epoche e linguaggi espressivi: crediamo che Marianne Faithfull rappresenti molto bene questo modo di interpretare la
contemporaneità”.

Leggi Anche
Scrivi un commento