Educazione a Campagna Amica: arrivederci al prossimo anno

Con la giornata di oggi si è concluso il programma di attività di Educazione a Campagna Amica nelle scuole ferraresi da parte di Coldiretti.

Le ultime «lezioni» si sono tenute a Ro Ferrarese ed a Ferrara, nelle scuole primarie ed hanno coinvolto oltre 200 alunni di varie classi.
Berrettini e bandane, palloncini ed un clima di festa, ma anche di attenzione hanno caratterizzato anche questi ultimi appuntamenti che in tutta la provincia hanno visto il coinvolgimenti di
insegnanti e studenti nel progetto educativo di Coldiretti rivolto alle scuole, in modo particolare alle scuole primarie.
«Oggi abbiamo voluto salutare i ragazzi prima delle meritate vacanze estive – commenta Riccardo Casotti, vice direttore di Coldiretti Ferrara e responsabile del progetto Campagna Amica -e
dare loro appuntamento già a settembre con un nuovo percorso da fare insieme, alla ricerca dei sapori del nostro territorio, delle particolarità delle nostre campagne, della
consapevolezza che ciò che acquistiamo e consumiamo ed il tipo di consumo che ogni giorno facciamo ha un impatto importante sull’ambiente e quindi anche su di noi.«

Durante l’anno sono state coinvolte scuole della provincia, che hanno potuto incontrare direttamente i produttori agricoli, visitare fattorie didattiche (dieci le aziende associate a
Coldiretti), sperimentare direttamente alcuni cicli di produzione (dal grano al pane, dalla pianta al frutto), assistendo alla lavorazione del terreno, alla semina del grano e del riso, alla
potatura delle piante da frutto, oltre che avere occasione per scoprire gli spazi della nostra campagna e le piccole e grandi cose che ogni giorno succedono nelle fattorie.
«Una delle cose che ci piacerebbe riuscire a trasmettere già ai più giovani – conclude Casotti – è la consapevolezza delle proprie scelte, anche nel caso
dell’alimentazione. Da alcuni concetti di base di educazione alimentare, sino alla spesa consapevole, quindi a conoscere i prodotti del nostro territorio e saper leggere le etichette per
scegliere quei prodotti di stagione con migliori caratteristiche nutrizionali ma anche con meno impatto ambientale, preferendo i prodotti a km zero ai tanti prodotti che provengono da paesi
lontani e che comportano un consumo notevole di risorse energetiche e l’immissione di inquinanti nell’ambiente, oltre ad avere un costo superiore per i consumatori».

A questo proposito si è inserita anche l’iniziativa di «io compro al mercato contadino» che alcune settimane fa ha coinvolto alcune scuole ferraresi nella visita del
Mercatino delle Erbe di Ferrara, che ormai da tre anni vede i produttori agricoli vendere direttamente i propri prodotti in città, mettendo in pratica la filiera corta ed il rapporto
diretto con i consumatori.
Appuntamento quindi al prossimo autunno, con Educazione a Campagna Amica e nuovi percorsi di conoscenza che Coldiretti proporrà alle scuole ferraresi.

Leggi Anche
Scrivi un commento