E’ targato Made in Blu il primo carico di kiwi italiano per la Cina

E’ targato Made in Blu il primo carico di kiwi italiano per la Cina

Ferrara – Un primo container di kiwi della varietà Hayward, è stato spedito il 4 marzo dallo stabilimento di Apofruit di S. Pietro in
Vincoli (RA).

Si tratta di kiwi della Compagnia Italiana della Frutta (partnership commerciale tra   Apofruit, Alegra , Mazzoni e alcune altre società  private) venduto con il marchio
Made in Blu.

Il container arriverà al porto di Shanghai dopo avere superato tutti gli step burocratci e di controllo fitosanitario richiesti dal rigido protocollo cinese.

 Le imprese, e gli stabilimenti di lavorazione e confezionamento, che vogliono esportare in Cina devono essere infatti preventivamente approvati sia dalle istituzioni italiane (Servizi
fitosanitari) sia dagli ispettori AQSIQ ( servizio fitosanitario cinese).

I kiwi, confezionati in imballaggio monostrato bollinati  giungeranno a destinazione  in una ventina di giorni e verranno seguiti  al porto di Shanghai dai funzionari cinesi, da
alcuni  operatori della Compagnia Italiana della Frutta  che ha provveduto all’apertura del mercato cinese del kiwi  e dal CSO  che ha svolto funzione di coordinamento
organizzativo.

L’apertura di nuovi mercati  infatti con abbattimento del le barriere di tipo fitosanitario che impediscono il libero scambio è oggi uno dei fattori chiave per  consolidare i
risultati commerciali delle imprese ortofutticole, sempre più impegnati a far fronte alla competizione di altri paesi ma anche a  contenere gli effetti della crisi globale .

La Cina ha enormi  potenzialità  in termini di consumi procapite. Secondo recenti stime nel complesso i consumi  di frutta in Cina raggiungeranno a breve  25 milioni
di tonnellate ( Fonte: China Commodities Marketplace) ed è chiaro che queste potenzialità  sono molto interessanti per la nostra offerta

Soddisfatto il direttore di Made in Blu Furio Mazzotti , in primo piano oggi come azienda leader nell’export italiano.

” Il mercato cinese – dichiara Mazzotti – è tutto da scoprire, senz’altro ci saranno ostacoli da superare  ma siamo anche convinti che possa rappresentare una grande 
opportunità per alcuni nostri prodotti  tra cui  il kiwi di cui l’Italia è leader di produzione mondiale “.

Leggi Anche
Scrivi un commento