Dr Beckmann: Nuovo Smacchiatore Spray… lo porti con te anche in aereo

Dr Beckmann: Nuovo Smacchiatore Spray… lo porti con te anche in aereo

Tra Dr Beckmann, specialista del bucato, e gastronomia c’è, sicuramente, un forte legame. Perché la gastronomia, se non si sta attenti, sporca (chi, a tavola, non ha mai macchiato un vestito, la cravatta, un pantalone, alzi la mano), Dr Beckmann pulisce. Fino a qualche settimana fa non era così. Perché una volta incappati nell’incidente, si puliva una volta arrivati a casa, magari ricorrendo alla lavatrice, se non addirittura alla lavanderia.

Adesso questo marchio (la storia inizia nel 1934 in una farmacia di Berlino) leader in Europa nei prodotti per la rimozione delle macchie, la cura della lavatrice e la protezione del colore dei tessuti, propone lo “Smacchiatore Spray”, facile e veloce da utilizzare, tanto che in tre minuti rimuove dal tessuto macchie di crema, condimenti, vino, grasso, olio, polline, ecc. “Smacchiatore Spray”, poi, è disponibile nel formato da 100 ml e, quindi, trasportabile addirittura anche in aereo, oltre che pratica da portare sempre insieme.

Questo lo dice Dr Beckmann. Siamo sicuri che è tutto vero? Obiezione giusta, dei consumatori. 
Al quartiere generale di Tavola, l’azienda che distribuisce i prodotti Dr Beckmann in Italia, hanno anticipato questa giusta domanda. Cosa hanno fatto per dimostrare che tutto quello che dicono di “Smacchiatore Spray” è vero? Intanto una ricerca nel mondo dell’arte, fino ad arrivare ad un’artista molto quotata anche all’estero, Maurizia Gentili, che dall’acquatinta e acquaforte – con un coraggio da sottolineare – è passata ai “vinarelli” cioè “disegni realizzati con una mia tecnica personalissima utilizzando i pigmenti del vino arricchiti, a volte, con colori pastello e foglia d’oro”.

Una scoperta ghiotta per chi distribuisce Dr Beckmann, tanto da corteggiare subito Maurizia, sino a convincerla a partecipare alla presentazione milanese di “Smacchiatore Spray”, dove l’artista dipingeva i tessuti con i vinarelli e il nuovo prodotto di Dr Beckmann, in tre minuti, cancellava tutto.

Per l’artista emiliana – vive a Carpaneto Piacentino,
cell. 338.6440034, maurizia.gentili@alice.it –
che ha esposto sia in Italia che all’estero (Austria, Stati Uniti, Giappone, Gran Bretagna, Irlanda, Olanda, Cina, Brasile e Russia), è stato un piacevole intermezzo di puro divertimento ma, anche, di dimostrare le variazioni cromatiche ottenute mediante giochi di strati e velature, fluidità o densità, e naturalmente dal tipo di vino: dal rosso al rosato, dal bianco al passito, dal levato da botte o da barrique fino a mosti e fecce utilizzati per dipingere tessuti, e non solo; per Dr Beckmann, un modo efficace per dire “noi dimostriamo tutto con i fatti, non con gli slogan, che pure sono importanti”.

Dall’incontro tra un’artista veramente originale e un produttore di detersivi (speriamo che sia il termine giusto, per la sintesi) emergono tre aspetti che riteniamo opportuno evidenziare e, cioè, la tranquillità adesso di sedersi a tavola, sporcarsi e tornare subito in ordine, grazie ad uno stick che si dovrebbe avere l’accortezza di portare sempre appresso; l’abilità dei manager di un’azienda chimica di guardare all’arte per il lancio dell’innovativo smacchiatore (costa solo 5,70 €), la scoperta di nuovi materiali per realizzare opere d’arte, presenti in molti musei.
Tutto questo grazie ad un’azienda lontana dal settore enogastronomico e dal mondo dell’arte perché il suo core business è quello di offrire prodotti che rendano più facile il lavoro casalingo delle famiglie di tutto il mondo, con “must have” specifici per la rimozione delle macchie e la protezione del colore dei tessuti.

Maria Michele Pizzillo
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento