Doppie carote per combattere il cancro al seno

Doppie carote per combattere il cancro al seno

Seguire un alimentazione che prevede almeno due porzione di carote (e dei loro nutrienti, i carotenoidi) può far diminuire il rischio di cancro al seno del 17%; per ottenere tali
benefici, inoltre, le donne dovrebbero mangiare tale verdura prima della meno pausa.

Questa, in sintesi, è quanto emerge da una richiesta della Harvard School of Public Health di Boston, diretta dalla dottoressa Laura I. Mignone e pubblicata sull’ International
Journal of Cancer.

Innanzitutto, la Mignone ed i suoi collaboratori non vogliono spacciarsi per venditori di olio di serpente e falsi miracoli: perciò, sottolineano come la maggior parte dei fattori di
rischio del cancro al seno sono ormonali e quindi non modificabili.

Tuttavia, fanno notare gli studiosi, entrano in gioco anche l’effetto alimentazione ed è qui che le donne possono (e devono) intervenire.

Per dimostrare questo, il team della Mignone ha esaminato il rapporto tra assunzione di frutta e verdura ricca di carotenoidi e rischio di cancro al seno in 5.707 donne con cancro al seno
invasivo e 6.389 donne sane.

I medici hanno così notato come introdurre alti livelli di vitamina A, beta carotene, alfa carotene e luteina/zeaxantina (tutto contenuto nella carota) nella dieta riduceva il rischio di
cancro al seno nelle donne in eta’ precedente alla menopausa (ma non in quelle dopo la menopausa).

Nonostante i motivi di tale scudo anti cancro siano ancora incerti, per la Mignone il segreto sta nella capacità dei carotenoidi d’ interferire con gli estrogeni e nell’ avere un forte
effetto antiossidante.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento