Difesa suolo, finanziamenti per Sondrio e Brescia

Lombardia, 13 Dicembre 2007 – La Giunta regionale ha approvato, su proposta dell’assessore al Territorio e Urbanistica, Davide Boni, la riprogrammazione dei fondi residuali accertati a
seguito del completamento degli interventi previsti dal Piano di difesa del suolo (prima fase) e dal Piano di Integrazione (secondo quanto previsto dalla Legge 102/90, nota come legge
«Valtellina«) nelle province di Sondrio (6.300.000 euro) e Brescia (1.868.000 euro).

Questa riprogrammazione è stata elaborata in accordo con le Province competenti, secondo i criteri previsti da una delibera del marzo del 2003 del Comitato Istituzionale
dell’Autorità di Bacino del Fiume Po.

Per quanto riguarda la Provincia di Sondrio, sono 4 gli interventi da realizzare, previsti dal Piano di difesa del suolo, attraverso l’utilizzo delle economie accertate e stimate sugli
interventi del Piano di prima fase (strutturali, bonifiche e terrazzamenti) e del Piano di Integrazione:
– frana di Bema, messa in sicurezza della provinciale di collegamento col fondovalle nel Comune di Morbegno (3.500.000);
– completamento sistemazione idrogeologica torrente Finale, nel Comune di Berbenno (2.000.000 di euro);
– completamento sistemazione idrogeologica torrente Caldenno, nel Comune di Postalesio (550.000 euro);
– completamento sistemazione idraulica torrente Oga, nel Comune di Valdisotto (250.000 euro).

Per quanto riguarda la Provincia di Brescia, questi i sei interventi da realizzare:
– completamento sistemazione idrogeologica della Val Grande e della Val Bighera, nel Comune di Vezza d’Oglio (600.000 euro);
– completamento sistemazione idraulica del torrente Fa, nel Comune di Niardo (300.000 euro);
– completamento sistemazione idraulica della Val Moriana, nel Comune di Incudine (150.000);
– completamento sistemazione idraulica della Val Moia, nel Comune di Edolo (71.898 euro);
– completamento sistemazione idrogeologica nel Comune di Saviore dell’Adamello, località Valle (546.877 euro);
– opere di monitoraggio della frana Pal, nel Comune di Sonico (200 mila euro).

Leggi Anche
Scrivi un commento