Di Pietro: «prorogare sospensioni fiscali e contributive per area terremoto Molise»

12 Dicembre 2007 – «Oggi ho scritto per l’ennesima volta al Presidente del Consiglio on. Romano Prodi, al Ministro dell’Economia e Finanze, Prof. Tommaso Padoa Schioppa e al
Sottosegretario di Stato dott. Enrico Letta ribadendo la necessità che venga inserito nel disegno di legge finanziaria, l’emendamento con il quale viene prorogata la sospensione dei
termini relativi agli adempimenti ed ai versamenti tributari, nonché quelli relativi alle ritenute ed ai versamenti di carattere previdenziale, a favore dei residenti nei territori del
Molise colpiti dagli eventi storici sismici del 31 ottobre 2002».

Ha dichiarato il Ministro delle Infrastrutture on. Antonio Di Pietro. «Tale disposizione da un lato uniforma – continua il ministro – per evidenti ragioni di equità, il regime
degli adempimenti fiscali e previdenziali previsti per analoghe situazioni calamitose verificatesi in altre zone d’Italia, in secondo luogo mira a riconoscere i particolari strumenti
agevolativi esclusivamente ai soggetti residenti nei comuni che hanno subito effettivamente maggiori danni, contrastando possibili fenomeni di fruizione indebita dei benefici in modo da
garantire, tra l’altro, il contenimento degli oneri nei limiti delle risorse disponibili».
«In alternativa e come estrema ipotesi – ha concluso Di Pietro – ho chiesto che le disposizioni di rinvio siano inserite nel cosiddetto decreto Mille Proroghe che verrà approvato a
fine anno, nel caso in cui non fosse in nessun modo possibile introdurle in legge finanziaria. Ancora ieri ho fatto presente a Prodi e a tutto il Governo che il Molise non può essere
trattato come la cenerentola d’Italia ma ha una sua dignità e per questo deve avere pari opportunità».

Leggi Anche
Scrivi un commento