Cuore: le proteine di frutta secca, pesce e pollo migliori di quelle della carne rossa

Cuore: le proteine di frutta secca, pesce e pollo migliori di quelle della carne rossa

Per la salute del cuore, bisogna consumare proteine. Ma quelle provenienti da frutta secca, pesce el carni bianche i sono migliori di quelle ottenute dalla carne rossa.

Questo (per sommi capi) il contenuto di una ricerca dell’Università di Harvard, diretta dal dottor Adam Bernstein e pubblicata su “Circulation”.

Il messaggio degli studiosi è chiaro dall’inzio: come spiega Bernstein, “Ci sono ottime fonti proteiche che non provengono dalle carni rosse”.

Per dimostrarlo, i ricercatori hanno preso in esame i dati clinici di 84.000 donne, seguite per 26 anni. In questo modo, è stato possibile creare una classifica delle proteine “buone”.

Al primo posto, quelle delle frutta secca: una porzione (60,70 grammi) al giorno di noci, mandorle o pistacchi riduce il rischio di problemi di cuore del 30%.

Medaglia d’argento per il pesce, che da un bonus per la circolazione del 24%.
Ultimo gradino del podio per carne bianca e pollo: la loro difesa arriva fino al 19%.
Nota positiva anche per i latticini a basso contenuto di grassi ed il loro bonus di più 13%.

Al contrario, esagerare con le carni rosse può far molto male. Secondo i dati del team di Harvard, le donne che avevano consumato 2 porzioni di carne al giorno mostravano un 30% di
probabilità di avere problemi di cuore.

Perciò, ammonisce il dottor Bernstein, “Non c’è bisogno di mangiare sempre wurstel, hamburger, sughi a base di carne, frutto di carni fresche lavorate e trasformate”.

Fonte: Adam M. Bernstein, Qi Sun, Frank B. Hu, Meir J. Stampfer, JoAnn E. Manson, and Walter C. Willett, “Major Dietary Protein Sources and Risk of Coronary Heart Disease in Women”,
Circulation, Aug 2010; doi:10.1161/CIRCULATIONAHA.109.915165

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento