Cuore della Puglia: eccellenze di 40 Comuni uniti, a Milano

Cuore della Puglia: eccellenze di 40 Comuni uniti, a Milano

C’è un sindaco che prende l’iniziativa di chiamare a raccolta un po’ di colleghi con l’obiettivo di rilanciare i propri territori con un viaggio attraverso le migliori esperienze del settore agroalimentare, turistico e culturale coniugando sapientemente tradizione, enogastronomia e buone pratiche.

Davide Carlucci

Davide Carlucci

 

All’appello di Davide Carlucci, sindaco di Acquaviva delle Fonti, rispondono una decina di colleghi convinti della validità dell’iniziativa. Nasce così “Cuore della Puglia”, che in pochi mesi  è diventato molto grande: 40 comuni. E, quindi, c’è materiale a sufficienza  per organizzare iniziative mirate a far conoscere quanto produce di buono questo pezzo di Puglia. 
Per una settimana, si presenta al “popolo” milanese attraverso le attività di “fuori expo”. Così nell’ex diurno Cobianchi, in piazza Duomo, Cuore della Puglia offre un articolato programma che comprende Masserie didattiche e chef stellati, giornalisti e produttori  delle eccellenze della regione per raccontare, ma anche far degustare, cosa è la Puglia.

Si comincia lunedì 31 agosto, intanto con una mostra di fotografie e opere di pittura e  scultura legate ai temi dell’agricoltura pugliese con gli artisti Salvatore Sebaste e Angelo Lamorgese,  che precede il primo incontro di una serie che si presentano molto interessanti come  quello organizzato dall’Assoproli di Bari sul tema “Amo la qualità dell’olio extravergine di oliva di Puglia” per raccontare il percorso dal campo alla bottiglia dell’oro verde della regione. A cui segue il convegno con protagonista il Presidente del Consiglio Comunale di Milano Basilio Rizzo, il vice sindaco del Comune di Rutigliano Giuseppe Valenzano e Stefano Clima esperto di marketing, e il medico Giammartino Valenzano esperto di nutrizione e salute.
Martedì 1 settembre con l’oil experience i consumatori vengono edotti sui temi del rispetto dell’ambiente ritenuto importante per esaltare la qualità dell’olio extravergine di oliva.

Giuseppe Gissi

Giuseppe Gissi

Il 2 settembre, dopo le iniziative di  promozione e valorizzazione delle masserie didattiche di Puglia, a cura di Taste&Tour in masseria, l’oil experience guarda alle strategie per il miglioramento della competitività dell’olivicoltura. Per lasciare il campo, giovedì 3 al racconto sul controllo dei tecnici per garantire una produzione di olio extravergine di oliva di alta qualità a cui segue il racconto della Puglia rurale in archeologia” a cura di Archeologia Attiva e Università degli studi di Bari.
Il convegno ha come tema “L’innovazione a tavola” con un confronto a tre: la giornalista di Repubblica Mariella Tanzarella, il vice presidente di Epam-Confocmmercio Giuseppe Gissi e Pierluigi Vicenti, chef  di  Breri, bistrot di Cucina Pugliese a Milano.

Felice Lo Basso

Felice Lo Basso

Venerdì 4 le Masserie Didattiche incontrano il mondo della scuola e l’olio pugliese si appoggia alla tecnologia mobile, visto che viene presentato OliApp: l’applicazione mobile per la gestione ecosostenibile dell’olivicoltura. Il tutto arricchito dal  confronto su “la cucina gourmet come attrattore di sviluppo: dalla cicoria puntarella alla carota di Polignano, dalla cipolla di Acquaviva alla mandorla di Toritto: la biodiversità pugliese nella grande cucina” che sarà illustrata dal sindaco di Molfetta Paola Natalicchio, dallo chef stellato Felice Lobasso del ristorante più alto d’Europa, Unico di Milano e dall’assessore allo sviluppo economico e innovazione del Comune di Milano, Cristina Tajani.

Sabato 5, l’attenzione è su una nota dolente che tiene ancora banco: la “Xylella fastidiosa: tra leggenda e verità. Mettiamo a nudo il batterio killer degli olivi del Salento” con un convegno organizzato da Assoproli. Mentre l’identità e memoria di un popolo tra cultura contadina e società dello spettacolo sul tema “C’era una volta il pugliese povero” sarà raccontata da uno scrittore, Nicola Bruno autore di “A quei tempi non si buttava niente”, da un autore televisivo, Fabrizio Testini, da due giornalisti, Michele Pizzillo e Salvatore Giannella e dal referente dell’ Associazione Pugliesi a Milano, Agostino Picicco.
La giornata di domenica 6 è tutta riservata alla promozione delle Masserie Didattiche e dall’oil experience che ne approfitta per dimostrare che la qualità dell’olio extravergine di oliva di Puglia è la vera “ambasciatrice” della cultura dell’olio extra vergine di oliva di eccellenza.

Michele Pizzillo
Newsfood.com

Oggi sono 40 i Comuni pugliesi aderenti all’Associazione Cuore della Puglia:

Comuni aderenti  Cuore della PugliapugliaAcquaviva delle fonti,  Adelfia,   Altamura,   Andria,   Bari,   Barletta,   Bisceglie,   Bitetto,   Bitonto,   Bitritto,   Casamassima,   Cassano delle Murge,   Castellaneta,   Cellamare,   Conversano,   Corato,   Galatina,   Ginosa,   Gioia del Colle,   Giovinazzo,   Gravina in Puglia,   Laterza,   Maruggio,   Minervino Murge,   Mola,   Molfetta,   Noci,   Palagianello,   Polignano a Mare,   Putignano,   Rutigliano,   Ruvo,   Sammichele ,  Sannicandro di Bari ,  Santeramo ,  Terlizzi ,  Toritto,   Triggiano,   Turi,   Valenzano.

 

Contatti: Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento