Cuneo – L'istituto Virginio premiato da Unioncamere

Cuneo – Sono appena tornati da Roma, accompagnati dalla loro insegnante Marta Parola, i 4 studenti dell’Istituto per geometri Virginio di Cuneo che, con un loro progetto, si sono
piazzati al quarto posto nella terza edizione del concorso nazionale “Scuola, creatività ed innovazione”, promosso da Unioncamere.

Pur avendo mancato il podio per un soffio, sono stati invitati alla cerimonia di premiazione, il 13 novembre, in quanto destinatari della dotazione di 500 euro finalizzata all’acquisto di
supporti didattici quali attrezzature di laboratorio, libri per la biblioteca ed altro.

Guidati dalla docente di tecnologia delle costruzioni, i ragazzi, Luca Rabbia, Andrea Bergese e Paolo Demichelis, tutti diplomati nel luglio scorso, unitamente a Loris Bergese, che sta
frequentando la classe quarta, hanno progettato, lavorando in équipe, una panchina richiudibile, con la seduta che si solleva, onde evitare che si depositi polvere, foglie, acqua. L’idea
è stata sviluppata con due linee distinte, denominate Saetta e Vela, a seconda della forma data alla struttura di supporto. Il tutto è in materiale biocompatibile, vale a dire in
legno di faggio impermeabilizzato in colore naturale.

“Il progetto è nato dalla rilevazione di un’esigenza: disporre di un sedile sufficientemente pulito, anche nel periodo autunnale ed invernale. – spiega la docente coordinatrice – Di qui
la proposta, i disegni, lo studio di ogni dettaglio. Avremmo voluto creare un prototipo, ma gli impegni per l’esame di maturità hanno impedito di realizzarlo”.

Tutti gli elaborati sono stati successivamente inviati, per la sezione “design”, alla Camera di commercio di Cuneo ed a Unioncamere. “Il concorso – sottolinea il presidente camerale Ferruccio
Dardanello – intende promuovere e sviluppare, nei giovani delle scuole medie superiori, la propensione al pensiero creativo, mirato alla innovazione ed al design. Si tratta di
un’opportunità stimolante che la grande famiglia camerale prospetta da alcuni anni, al fine di offrire ulteriori possibilità di espressione alle nuove leve, invitandole a
concretizzare idee ed a dare risposte ad esigenze in nome di un lavoro organico che può portare alla realizzazione. Un modo perché la scuola non sia solo teoria”.

Nell’edizione che ha visto i Cuneesi piazzarsi al quarto posto erano previste tre sezioni riservate a prodotti innovativi, servizi innovativi e design.

Leggi Anche
Scrivi un commento