Crisi USA, Bush parla alla nazione

Bush ha parlato agli Stati Uniti profondamente preoccupati dalla crisi finanziaria che ha investito il paese.

Il presidente nel suo discorso alla nazione ha spiegato che devono essere prese delle misure drastiche e tempestive per evitare il panico finanziario e una lunga e profonda
recessione.

Per questo, ha spiegato Bush, il Congresso è al lavoro per metttere a punto una strategia che salvi il sistema nel suo complesso, non l’individuo o una singola società.

E il via libera al piano da 700 miliardi di dollari sembra ormai vicino.

Per discutere l’emergenza Bush ha anche convocato alla Casa Bianca i due candidati a succedergli, il repubblicano John McCain e il democratico Barack Obama.

Leggi Anche
Scrivi un commento