Crediti Inps, De Castro: «La più grande operazione di ristrutturazione contributiva mai fatta»

«Sono soddisfatto e convinto di essere davanti alla più importante operazione di ristrutturazione contributiva mai portata a buon fine, grazie a tutti gli attori di questo successo
che oggi consente a tanta parte degli agricoltori italiani di guardare al futuro con serenità».

Lo ha detto il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Paolo De Castro, nella giornata in cui assieme alle banche interessate – Unicredit e Deutsche bank – e all’Inps è
stato presentato presso la sede del Ministero del Lavoro il positivo rendiconto dell’operazione.

«Il lavoro è stato lungo e impegnativo. Durato un anno circa, ha comportato nell’ultimo periodo un’accelerazione significativa per poter dare una risposta quanto più
allargata. Abbiamo cercato – ha proseguito De Castro – di consentire a tutti gli agricoltori di accedere ad un’ occasione senz’altro unica. Un’operazione, è bene ricordarlo ancora una
volta, tra privati nella quale il governo ha giocato un attivo ruolo di appoggio e moral suasion. Un’operazione dalla quale, come oggi hanno pubblicamente dichiarato i rappresentanti di banche
e Inps, si ricava soddisfazione collettiva. E che – cito la precisazione del direttore generale Vittorio Grecco – consente all’Inps di incassare circa il doppio di quanto avrebbe incassato se
non si fosse fatta (circa 600 mln di euro)».

«Gli agricoltori poi – ha continuato il Ministro – come sanno le loro organizzazioni Confagricoltura, Coldiretti, Cia, Copagri, hanno usufruito di uno sconto del 70 per cento e nessuno di
quanti di loro abbiano dimostrato concreta volontà di adesione sarà – è la rassicurazione delle banche – lasciato fuori. Questa è davvero la dimostrazione – ha
concluso De Castro – di come il positivo impegno di pubblico e privato possa essere tanto sinergico quanto efficace».

Leggi Anche
Scrivi un commento