Così l'agricoltura si mette al servizio degli atleti

L’agricoltura sbarca nello sport e come prossimo appuntamento sceglie la neve, così i prodotti tipici, sani e di qualità delle nostre terre faranno da cornice alla manifestazione
che, dal 9 al 16 marzo prossimi, si svolgerà ad Alleghe, in provincia di Belluno, si tratta della XXV edizione di «Neveuisp».

Un’iniziativa che vede concretizzarsi il protocollo di collaborazione tra la Cia-Confederazione italiana agricoltori e l’Uisp (Unione italiana sport per tutti) che è stato firmato dai
rispettivi presidenti Giuseppe Politi e Filippo Fossati nello scorso mese di dicembre.

Una collaborazione tesa a valorizzare lo sport e cibi sani e genuini, che rappresentano sempre di più un’accoppiata vincente ed indispensabile per chi pratica attività sportive ad
ogni livello.
La manifestazione di Alleghe è patrocinata dalla provincia di Belluno e dalla regione Veneto e vede, nella cornice delle Dolomiti innevate, lo svolgimento di numerose discipline
sportive, non solo da praticare sulla neve.

In tale contesto la Cia, con i propri associati, sarà presente con numerosi stand. Particolarmente massiccia la presenza delle aziende agricole aderenti alla Cia di Modena e di Belluno.
Stand dove sportivi e non potranno trovare i prodotti d’eccellenza emiliano romagnoli e di tutta la Penisola: dall’Aceto balsamico tradizionale, al Parmigiano Reggiano, dai lambruschi Doc al
prosciutto di Parma.
Oltre agli stand dei produttori, ci sarà anche uno spazio istituzionale dove sarà possibile informarsi sulle aziende della Cia che effettuano vendita diretta sul territorio
nazionale, divenuto ormai uno strumento essenziale per ridurre i passaggi della filiera agroalimentare e per garantire prezzi più bassi per i consumatori.

Nello stand istituzionale della Cia verrà, inoltre, distribuito «La spesa nei Campi», la prima guida in Italia che raggruppa le imprese emiliano-romagnole aderenti alla
confederazione che effettuano vendita diretta.
«Sono state confermate già molte prenotazioni -ha sostenuto dice Bruno Chiavacci, presidente della Lega sci-Uisp- e sono previste convenzioni per i soci Uisp, per le scolaresche e
anche per chi non scia ma vuole utilizzare gli impianti di risalita. Ricordiamo poi che Neveuisp rinnova il suo impegno di orientamento delle azioni sportive verso criteri di
sostenibilità ambientale, ponendo sempre attenzione agli aspetti di impatto sul territorio.»
D’altronde, Già nel novembre scorso a Modena, in occasione di Skipass (il salone dedicato agli sport invernali) la Cia e l’Uisp hanno promosso, nell’ambito di uno stand (con lo slogan
«Terra sana, sport sano») i prodotti di qualità che sono un «carburante» fondamentale per chi svolge attività motorie.

Altro appuntamento per Cia e Uisp è quello della prossima estate a Rimini «Sport for all festival» che si terrà dal 20 giugno al 6 luglio e vedrà la
partecipazione di oltre 30 mila atleti provenienti da tutto il mondo.
Nel protocollo di collaborazione si sottolinea che Cia e Uisp forniranno tutte le informazioni utili e i contenuti tecnico-scientifici, relativamente alle pratiche sportive ed a una corretta e
sana alimentazione e agli effetti che queste possono generare nelle diverse fasce d’età, dalla lotta alla sedentarietà e all’obesità ad una sensibilizzazione ad un utilizzo
di cibi tipici e rispettosi dei cicli stagionali delle coltivazioni e dei ritmi naturali degli animali.

Leggi Anche
Scrivi un commento