Convention d'autunno delle Città del Vino

Le Città del Vino, la rete dei 550 Comuni doc, tornano a riunirsi a fine ottobre per la Convention d’autunno, per la prima volta gli amministratori e i sindaci delle Città del
Vino saranno ospiti di Sondrio, Città Alpina 2007, e della Valtellina dal 24 al 28 ottobre.

Saranno quattro giorni densi di appuntamenti che prevedono visite ad aziende produttrici agroalimentari, incontri tra operatori, workshop, incontri per approfondimenti sui temi della promozione
del turismo enologico, della nuova Ocm vino, del rapporto tra vino e salute.

Gli argomenti principali della Convention, su cui saranno rappresentate esperienze concrete realizzate nelle Città del Vino, sono tre. Il risparmio energetico e la sostenibilità
ambientale: a questo proposito sarà consegnato al Comune di Isera (Trento) il primo Premio Città del Vino Sostenibile del 2007. Secondo argomento la certificazione ambientale, un
sistema di controllo di qualità che alcune Città del Vino, come Montalcino (Siena) e Montefalco (Perugia) hanno adottato in questi anni. Infine la mobilità e il turismo
lento e sostenibile, in bici, in camper, a cavallo. A questo proposito si parlerà anche del progetto Benvenuto Camper, per la realizzazione di nuove aree di sosta attrezzate nei Comuni.

“Visto il luogo dove saremo ospiti, che con i suoi terrzzamenti è un caso esemplare di vitivinicoltura eroica, l’incontro di Sondrio e della Valtellina sarà anche l’occasione per
rilanciare il tema dell’Ocm vino e della difesa delle viticolture minori, delle isole e di montagna – sottolinea il presidente di Città del Vino, Valentino Valentini -. Con gli espianti
previsti dalla nuova Ocm e con le caratteristiche della nostra vitivinicoltura limitare al 2% delle superfici la quota di vigneti protetti è del tutto insufficiente. Torneremo a chiedere
– conclude Valentini – di alzare la percentuale di aree vitate da tutelare e da mettere al riparo dal rischio espianti “.

Nel corso della Convention sarà presentata la produzione vinicola ed enogastronomica della Valtellina con degustazioni dei prodotti tipici. Un’occasione unica per incontrare le aziende
produttrici della zona che hanno saputo valorizzare nel corso degli anni vigne e cantine puntando sulla qualità, oggi il vino valtellinese è ambasciatore anche all’estero di una
della zone a viticoltura verticale più belle d’Italia. La Denominazione di Origine (D.O.) di Valtellina vanta due Docg Sforzato di Valtellina e Valtellina Superiore, una Doc Rosso di
Valtellina e un IGT Terrazze Retiche di Sondrio. Gli ettari vitati iscritti all’Albo dei vigneti sono circa 811 con poco più di 2.000 viticoltori, 873 dei quali associati al Consorzio di
Tutela, comprese 33 Aziende vitivinicole.

Leggi Anche
Scrivi un commento