Consumi, per Confcommercio si intravede fine del tunnel

Consumi, per Confcommercio si intravede fine del tunnel

“Anche se la situazione resta non favorevole, per i consumi si comincia ad intravedere la fine del tunnel” questo almeno secondo la Confcommercio che ha così commentato l’ICC di maggio.

Per il Codacons quelli di Confcommercio, evidentemente abbagliati, farebbero bene a mettersi degli occhiali da sole!!

Se, infatti, secondo i loro dati, per i prodotti alimentari si registra a maggio una contrazione dei volumi acquistati dell’ 1,3%, calo che ad aprile era solo dello 0,7%, ci domandiamo dove
vedano questo miglioramento, visto che si tratta di una riduzione praticamente doppia.

Da sempre il Codacons evidenzia l’importanza del settore alimentare come misura della crisi in atto, sia perché si tratta di beni necessari, acquistati anche da persone in
difficoltà, sia perché è un settore ancora sottoposto a forti dinamiche inflattive nonostante il calo della domanda.

Ebbene tutti i dati, da quelli Istat a quelli della Confcommercio, dimostrano la crisi del settore e l’importanza che avrebbe un intervento del Governo, sia per ridurre la filiera che per
potenziare la vendita diretta, sia per ridurre i prezzi che per aumentare i consumi.

Leggi Anche
Scrivi un commento