Confartigianato: «Esistono le condizioni per un Governo stabile»

«Dalle consultazioni elettorali è emersa una coalizione che può amministrare il Paese con un governo stabile e garantire certezze e affidabilità al sistema
imprenditoriale».

Nel commentare l’esito delle elezioni, il Presidente di Confartigianato Giorgio Guerrini confida «nell’impegno del nuovo Governo ad operare scelte rapide e di interesse generale per
affrontare la fitta agenda di problemi del Paese».
«Oltre 4 milioni di micro e piccole imprese, vale a dire il 98,2% della realtà imprenditoriale italiana – aggiunge Guerrini – si aspettano che le forze politiche intervengano, con
realismo ed efficacia, per rilanciare la competitività, utilizzando il contributo di proposte delle organizzazioni che ne rappresentano le aspettative di sviluppo».

«Ci aspettiamo – sottolinea il Presidente di Confartigianato – che l’attenzione nei confronti delle micro e piccole imprese contenuta nel programma elettorale del Popolo della
Libertà trovi ora concreta e rapida attuazione. Iniziando a ridurre la spesa pubblica e ad eliminare gli sprechi. In materia fiscale, è necessario andare oltre l’impegno a non
chiedere ulteriori sacrifici agli italiani: bisogna ridurre la pressione tributaria su imprese famiglie. Così come ci aspettiamo che gli imprenditori vengano liberati dai costi della
burocrazia, che venga valorizzato il ruolo della micro e piccola impresa e che siano eliminate le discriminazioni tra lavoro autonomo e lavoro dipendente».

Leggi Anche
Scrivi un commento