Confagricoltura Milano e Lodi: Expò 2015, gli agricoltori chiedono un ruolo prioritario

Nei prossimi mesi autunnali presenteremo una serie di idee progettuali finalizzate ad esaltare e rimarcare il ruolo dell’agricoltura nell’edizione 2015 dell’Expò milanese.

Ad annunciarlo è Mario Vigo, Presidente di Confagricoltura Milano e Lodi, l’organizzazione degli imprenditori agricoli che, da tempo, si è fatta avanti con il sindaco
Moratti ed i Presidenti Formigoni e Penati affinché l’agricoltura abbia un ruolo di primo piano nella prossima esposizione mondiale.

“Il tema dell’alimentazione – ha detto Vigo – è il “leit motiv” della manifestazione mondiale e, come agricoltori, abbiamo una serie di proposte che intendiamo sottoporre al
Comitato Organizzativo, da chiunque sia formato e rappresentato. Il nostro scopo – ha detto Vigo – è quello di mettere in evidenza le peculiarità dell’agricoltura
lombarda che, con circa 7 miliardi di euro, è leader a livello nazionale ed europeo. Siamo i primi produttori di latte con oltre 40 milioni di quintali ogni anno ed anche per il
mais e riso e gli allevamenti zootecnici suinicoli la Regione padana non ha niente da invidiare ai competitors francesi piuttosto che del nord e del sud america. Stiamo lavorando – ha detto
nello specifico il Presidente degli imprenditori agricoli di Milano e Lodi ad una cartina dell’ospitalità agrituristica che possa entrare nel circuito di accoglienza degli ospiti
che arriveranno da tutto il mondo.

Nel Milanese e nel lodigiano stiamo poi approntando una serie di percorsi naturalistici piuttosto che di conoscenza del territorio che, riteniamo, potranno entrare a pieno titolo nei programmi
dell’Expò 2015.

Leggi Anche
Scrivi un commento