Confagricoltura: crisi del comparto bufalino all’attenzione di Parlamento e Governo

Confagricoltura: crisi del comparto bufalino all’attenzione di Parlamento e Governo

 

La Commissione Agricoltura della Camera, con il parere favorevole dell’Esecutivo, ha approvato il 3 febbraio una risoluzione con cui si impegna il Governo a avviare specifiche
azioni per il comparto bufalino.

 

Confagricoltura apprezza la decisione parlamentare – che fa seguito ad una pubblica audizione tenutasi a Caserta alcune settimane fa – diretta a fronteggiare la crisi del settore, che
negli ultimi mesi ha registrato un andamento economico estremamente pesante per i fatturati dei caseifici (-19 milioni di euro) e degli allevamenti (-3,3 milioni di euro), nonché
per le eccedenze di latte (oltre 27.000 tonnellate).

Confagricoltura condivide la decisione parlamentare che impegna il Governo a:
– prendere in debita considerazione la crisi che sta attraversando la filiera bufalina;
– attivare ogni iniziativa utile a salvaguardare gli interessi degli allevatori colpiti dalla emergenza diossina;
– evitare il collasso delle aziende;
– adottare provvedimenti capaci di rafforzare la qualità della mozzarella di bufala campana Dop;
– vietare in maniera chiara l’uso di latte congelato nella preparazione del prodotto Dop;
– definire i contenuti del decreto ministeriale che consente la produzione della mozzarella di bufala campana solo in stabilimenti separati da quelli in cui si producono altri tipi di
formaggi o preparati alimentari;
– fare in modo che eventuali sussidi per la distruzione o la destinazione ad uso zootecnico del latte avviato alla congelazione durante la crisi derivante dall’allarme della
diossina, siano concessi solo al prodotto proveniente da allevamenti della filiera della mozzarella di bufala campana Dop e di cui sia provato l’avvenuto pagamento agli
allevatori.

Leggi Anche
Scrivi un commento