Concluso Macfrut 2011: Operatori da 80 Paesi con un aumento di presenze estere

Concluso Macfrut 2011: Operatori da 80 Paesi con un aumento di presenze estere

Una edizione dove si è vista ed esaminata l’ortofrutticoltura sotto tutti i suoi aspetti. Oltre a delineare il futuro. In una parola, i tre giorni di MACFRUT (Cesena, 5-7 ottobre), e
l’anteprima di martedì 4 ottobre con l’European Fruit Summit, sono stati una vera e propria enciclopedia del settore.

L’ortofrutticoltura è rilevante per l’aspetto alimentare (e sanitario come prevenzione alle malattie del secolo) e per quello economico, se si considera ch nel mondo si producono 1,5
miliardi di tonnellate e in Europa 0ltre 120 milioni di frutta e verdura. L’Italia è primo produttore nel vecchio continente con il (34,2 milioni di ton., pari al 25%) e al quinto posto
nel mondo. Ortofrutta per il Belpaese vuol dire un fatturato di 22 miliardi di Euro e (dato 2010) 6,6 miliardi di euro di export (fresco+conserve).

MACFRUT, la maggior rassegna del Mediterraneo dedicata all’ortofrutticoltura, è stata inaugurata dal Ministro alle Politiche Agricole Saverio Romano, assieme a Essam Faied, Ministro
plenipotenziario egiziano. Un evento appunto, da enciclopedia, per la presenza dell’Egitto, con uno stand in cui vi erano molte prestigiose imprese, e di operatori e aziende che si sono sommati
ai tanti provenienti dagli altri Paesi del bacino Mediterraneo, quali Israele, Marocco, Turchia, Tunisia ecc.

A proposito di presenze estere, la Cina ha “utilizzato” il palcoscenico di Macfrut per presentare lampade ad energia solare per abbattere la presenza di insetti dannosi, e un gruppo di afgani
ha voluto incontrare il Ministro Romano in un appuntamento “fuori sacco”. Di grande prestigio la partecipazione di PMA, la maggior rassegna degli Usa, con uno stand espositivo.

Va segnalata, inoltre, la presenza delle imprese leader dei vari comparti della filiera: da Longobardi a Aweta a Unitec per le attrezzature, da Novamont (prima volta), alle multinazionali delle
sementi, inoltre c’è stata la presenza di catene e buyers della grande distribuzione europea e italiana, come Tesco, Edeka, Mc Donald’s Europe, Coop e Conad, tanto per citare.

Proprio un colosso del macchinario, Sorma Group, ha vinto l’OSCAR di Macfrut per l’innovazione, in relazione ai voti dei visitatori. Già, perché una delle parole d’ordine di
Macfrut, assieme all’internazionalizzazione, è l’innovazione. La Commissione di esperti ha assegnato gli Oscar a quattro categorie “merceologiche”. Così venerdì sono stati
premiati per “Macchine e tecnologie per la selezione e per il confezionamento” Genius di Best Sorting B. V., nella categoria “Packaging e materiali d’imballaggio” è stata premiata la
Polymer Logistic Italia, per Dynamic Shipper. Al Pomodoro da mensa ISI 69236 di Isi Sementi è andato il premio “Sementi e prodotti ortofrutticoli freschi” e a Senzytec2 di Tectronick, il
premio “Logistica e servizi”.

Nell’enciclopedia-Macfrut alla voce “ringraziamenti”, Domenico Scarpellini, Presidente di Macfrut sottolinea che «è stata una edizione eccezionale, ed in tanti hanno confermato il
mio giudizio sottolineando la crescita in qualità e in quantità sia degli espositori che dei visitatori e agli oltre 300 incontri B2B, programmati in precedenza. La convegnistica,
di alto profilo, ha visto impegnati relatori provenienti da ogni parte del mondo (dalla Russia e dalla Cina, dalla Nuova Zelanda a Olanda, Inghilterra, Spagna Francia.

Tv nazionali e locali, stampa specializzata anche estera e quotidiani nazionali e locali, la diretta di Decanter (Radio 2 RAI) ci hanno facilitato nell’illustrare i vari momenti della rassegna,
sottolineando l’importanza della nostra manifestazione e comunicando l’utilità di consumare frutta e verdura».

Va segnalato l’intervento di Pierluigi Petrillo dell’UNESCO, che ha ribadito che occorre utilizzare il riconoscimento dell’organismo mondiale alla dieta mediterranea .

Un altro appuntamento di rilievo è venuto da GF Group, colosso multinazionale, che ha scelto Macfrut per ufficializzare alla stampa la separazione del 31 dicembre da Del Monte.
Dall’inizio del 2012 ananas e banane, ha sostenuto il Presidente Antonio Orsero andremo a prenderle direttamente in Costarica, Guatemala e Colombia, ovviamente con precisi protocolli di
qualità.

Non ultimo, il convegno promosso e coordinato da Rossella Gigli di Fresh Plaza sulle nuove idee per il futuro dell’ortofrutticoltura, coinvolgendo una decina di giovani operatori del settore a
livello internazionale nell’esporre la loro esperienza riscuotendo particolare attenzione dal folto pubblico presente.

Negli incontri di Macfrut, oltre alla partecipazione dei Presidenti nazionali delle organizzazioni professionali, si è avuta quella della Cooperazione europea, che si è ritrovata
venerdì in un convegno concluso da Maurizio Gardini Presidente Confcooperative, con la partecipazione di Paolo De Castro, Presidente Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo in cui
le centrali cooperative hanno discusso dell’accordo tra Francia e Spagna, cui hanno aderito Italia e Grecia, in cui si chiede ai ministri dell’Agricoltura dell’Unione europea una serie di
misure. In quell’occasione l’Assessore all’Agricoltura dell’Emilia-Romagna Tiberio Rabboni, ha sollecitato le centrali per un ulteriore approfondimento con la Gdo.

www.macfrut.com

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento