Como – Mostra Multimediale: «Psichiatria – Un Viaggio senza ritorno»

 

La prima mostra multimediale nel campo della salute mentale, «Psichiatria – Un viaggio senza ritorno», copia del famoso museo a Los Angeles diventato meta di studio per
scuole di infermieri, assistenti sociali e di medicina, è in arrivo a Como dopo aver toccato numerose città italiane come Torino, Milano, Trento, Trieste,Verona, Cagliari,
Catania, ed estere con oltre 10.000 visitatori solo in Italia.

L’esposizione composta da 78 pannelli illustrativi e di 14 video ripercorre la storia della psichiatria dalla sua comparsa sino ai giorni nostri: i suoi trattamenti coercitivi e
contenitivi, i retroscena, la lobotomia, l’elettroshock, fino ai moderni, ma non meno deleteri, sistemi di contenzione psicofarmacologica.

La mostra è il compendio di oltre 40 anni di ricerca con inediti filmati storici e interviste ad oltre 160 persone: psichiatri, psicologi, medici, avvocati, pedagogisti, con le
testimonianze di coloro che hanno vissuto e patito personalmente le conseguenze di trattamenti psichiatrici.

Una sezione della mostra tratta il tema del Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività (ADHD) e della somministrazione di psicofarmaci ai bambini, temi molto dibattuti
anche in Italia a causa di screening avvenuti in alcune scuole della Lombardia oltre che in altre regioni italiane e per le prescrizioni di farmaci psicoattivi a piy di 30.000 bambini
in Italia.

L’esposizione offre inoltre innumerevoli spunti di riflessione per legislatori, medici, sostenitori dei diritti umani e privati cittadini, al fine di tutelare il campo della salute
mentale con normative e leggi che eliminino gli abusi.

La mostra, patrocinata dalla Regione Lombardia, dalla Provincia e dal Comune di Como, è un’iniziativa del «Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani – Onlus» (CCDU),
associazione nata nel 1979 in Italia per denunciare i soprusi nel campo della salute mentale e riaffermare i diritti di chi soffre il disagio psichico.

Aperta al pubblico a partire da sabato 7 febbraio a domenica 22 Febbraio, dalle 10:00 alle 21:00. Ingresso libero.

La visione è vietata ai minori di 14 anni che non siano accompagnati dai genitori.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento