Commercio estero extra Ue: in testa i prodotti agricoli freschi

Sono i prodotti agricoli freschi a guidare la classifica delle esportazioni verso i Paesi extra Ue, lo evidenzia Confagricoltura commentando i dati diffusi oggi dall’Istat relativi al primo
quadrimestre 2008, rispetto allo stesso periodo del 2007 hanno presentato un incremento del 26,6%, uno tra i più elevati, tra i diversi settori economici; quasi il doppio rispetto alla
media totale (13,3%).

Particolarmente intensi i flussi di prodotti agricoli verso la Russia (33,9%), l’Opec (33%), la Cina (35,8%).

Confagricoltura invita, però, a porre attenzione al risultato del mese di aprile, in cui si registra un rallentamento della dinamica esportativa. Il tasso di crescita, rispetto ad aprile
2007, pur ampiamente positivo, cade infatti al 13,1%.

I prodotti della industria alimentare hanno conseguito, sempre nel primo quadrimestre 2008, un buon piazzamento, con un incremento medio del 15%, che peraltro mostra un notevole rafforzamento
nel mese di aprile (26,1%).Tra le principali aree di sbocco, la Turchia (101,3%), l’Opec (35,9%) e la Cina (70,2%).

«Questi dati – dice Confagricoltura – fanno ben sperare per la dinamica delle nostre esportazioni e per l’equilibrio della bilancia commerciale. Occorre continuare e rafforzare la nostra
politica di penetrazione commerciale, non perdendo però di vista la salvaguardia ed il rafforzamento interno della base produttiva agricola nazionale.»

Leggi Anche
Scrivi un commento