Coldiretti Bologna e AVIS: un accordo per tutelare la salute

Bologna, 11 Dicembre 2007 – Coldiretti Bologna ed Avis Bologna hanno stretto un accordo di collaborazione per tutelare la salute ed il benessere dei cittadini e promuovere i valori della
solidarietà, della salute e della qualità della vita, per il 55% dei donatori di sangue, infatti, un’alimentazione basata su prodotti di qualità e certificati è
importante per continuare ad esercitare il nobile gesto della donazione, mentre addirittura il 70% degli iscritti ad Avis ritiene che la presenza di organismi geneticamente modificati (OGM)
negli alimenti potrebbe avere conseguenze negative sulla salute.

La collaborazione tra Avis e Coldiretti Bologna viene così rafforzata dalla comune convinzione che un’alimentazione sana e corretta, in cui giochino un ruolo significativo i prodotti di
qualità della nostra terra, non possa che far bene alla salute dei donatori di sangue e aumentarne il numero.
Già dagli anni Venti, quando AVIS è stata fondata, i primi nuclei di donatori di sangue appartenevano al mondo dell’agricoltura, in cui erano fortemente radicati i valori
dell’altruismo e della solidarietà. Ora Coldiretti ed Avis intendono rinnovare questa collaborazione di antiche origini, mettendo in campo, di comune accordo, iniziative di promozione,
sensibilizzazione ed informazione nei confronti di quei temi e valori che da sempre sono cari ad entrambe le associazioni: salute, solidarietà, rispetto per gli altri e per l’ambiente,
corretta alimentazione.
“Esiste un stretto legame tra salute ed alimentazione che l’agricoltura bolognese contribuisce a rafforzare grazie ai primati conquistati nella qualità e nella sicurezza” afferma Roberto
Maddè, Direttore di Coldiretti Bologna “Il significato della nostra intesa con Avis sta proprio nell’impegno a sostegno di un bene comune indispensabile per il benessere di tutti i
cittadini. La sensibilità verso i bisogni degli altri – conclude Maddè – è un patrimonio che Avis condivide con gli agricoltori, che hanno la responsabilità di
custodire nel tempo le ricchezze della natura e del territorio, dalle quali dipendono in gran parte la vita ed il benessere dell’intera società.”

Leggi Anche
Scrivi un commento