Cinghiali: soddisfazione della CIA Lazio

Roma – «Siamo molto soddisfatti dell’incontro che si è tenuto oggi con l’assessore all’ambiente della Regione Lazio, Filiberto Zaratti», lo ha dichiarato Alessandro
Salvadori, presidente della Cia regionale del Lazio, dopo che sono state accolte le istanze avanzate dalla Cia per far fronte ai danni che l’eccessiva presenza dei cinghiali sta provocando al
mondo agricolo nel territorio della nostra regione.

Verranno, infatti, censiti gli ungulati presenti nei parchi e nelle zone protette del Lazio e sarà attuato un piano di contenimento affidato esclusivamente ai guardia parchi. Questi
ultimi dovranno essere abilitati ad hoc attraverso un adeguato corso di formazione, così come previsto dalla legge 320 del 2006. «L’assessore Zaratti – ha aggiunto Salvadori – si
è mostrato molto disponibile e sensibile alle esigenze del mondo agricolo. Abbiamo condiviso soprattutto la visione multifunzionale dell’agricoltura intesa ad aprire un nuovo e proficuo
rapporto tra l’impresa agricola, la conservazione delle biodiversità e la salvaguardia dell’ambiente».

Durante l’incontro è stata sottolineata la necessità di garantire la partecipazione e il confronto più serrato tra il mondo agricolo e le istituzioni regionali, a
cominciare dai prossimi impegni: dal tavolo tecnico per la modifica e la semplificazione del Piano Territoriale Paesistico Regionale, annunciato proprio ieri dalla Regione Lazio, alla proposta
di riforma dei consorzi di bonifica, all’ipotesi di riperimetrazione delle Zps avanzata dall’assessore Zaratti per venire incontro alle esigenze delle comunità locali e degli
agricoltori. «Proprio sul tema delle Zps – ha concluso Salvadori – condividiamo l’iniziativa già avviata dall’assessore Zaratti di costituire sportelli informativi gestiti
dall’Arpa, in convenzione con i comuni, e la necessità di attivare, a fine anno, il monitoraggio delle normative adottate».

Leggi Anche
Scrivi un commento