Cina. Nuove vittime per una scossa di assestamento, migliaia di crolli

Sarebbero 400, secondo l’agenzia di stampa ufficiale cinese, le vittime in seguito alla nuova, forte scossa di assestamento che questa mattina ha colpito la regione del Sichuan, già
sconvolta dal terremoto del 12 maggio. La scossa, che è stata avvertita anche a Pechino, distante 1500 kilometri, ha raggiunto magnitudo 6,4 della scala Richter ed ha provocato il crollo
o il danneggiamento di migliaia di abitazioni, si calcola 71 mila. Il nuovo bilancio ufficiale del terremoto parla di 85 mila vittime tra morti e dispersi.

Leggi Anche
Scrivi un commento