Ccnl, rinnovato il contratto per i dipendenti degli impianti sportivi

Ccnl, rinnovato il contratto per i dipendenti degli impianti sportivi

Roma – Il 24 marzo 2009 è stato rinnovato il contratto di lavoro per i dipendenti del settore Sport, Fitness e Benessere. Dopo oltre 17 mesi
è stata raggiunta l’intesa per l’esercito di  lavoratori del settore occupati in 150.000 impianti sportivi in  Italia. A sottoscrivere l’accordo le organizzazioni sindacali
Fisascat Cisl, Slc Cgil e Uilcom Uil e la parte datoriale Confcommercio.

Per la parte economica è stato stabilito un aumento di 100 euro a regime per il 4° livello (da riparametrare per gli altri), distribuiti in tre rate: la prima di 40 euro dall’
01-05-2009, la seconda di 30 euro dall’01-05-2010, la terza, infine di 30 euro dall’ 01-05-2011.

La vacanza contrattuale è coperta con l’una tantum, comprensiva dell’eventuale indennità di vacanza contrattuale già erogata dalle aziende, di 200 euro al 4° livello da
liquidare entro il mese di aprile 2009.

“In questo momento di crisi riteniamo il rinnovo del contratto nazionale per gli impianti sportivi un ulteriore avanzamento della contrattazione – ha dichiarato Pierangelo Raineri, segretario
generale della Fisascat Cisl -Si tratta dell’unico contratto che stabilisce regole per i lavoratori del settore ai quali è garantito il rispetto delle norme previste dalla riforma del
modello contrattuale”.

L’accordo, che avrà decorrenza dal 1°aprile 2009 al 31 marzo 2011, prevede la deroga assistita per i contratti a termine, l’inserimento dell’apprendistato professionalizzante
rendendolo immediatamente fruibile e la costituzione dell’Ente Bilaterale del settore.

 “C’è grande soddisfazione per la chiusura di questo negoziato – ha aggiunto Alfredo Magnifico dell’ufficio sindacale Fisascat Cisl nazionale che segue il settore – Evidenziamo,
inoltre, le nuove opportunità occupazionali che potranno svilupparsi anche grazie alla regolamentazione dell’apprendistato professionalizzante”.

Leggi Anche
Scrivi un commento