Buche nelle strade delle nostre città? Arriva il metodo tedesco!!! E’ gratis!

Buche nelle strade delle nostre città? Arriva il metodo tedesco!!! E’ gratis!

Il problema delle buche nelle nostre città è drammatico. Molti incidenti avvengono, soprattutto per biciclette e motorini, proprio per la cattiva manutenzione del manto stradale. La
questione non è secondaria, perchè i Comuni, per farvi fronte, non solo devono affrontare ingenti spese ma devono anche districarsi con vincitori o meno di appalti che, talvolta,
non forniscono servizi di eccellente qualità… il loro mestiere è riempire buche e se di queste ce ne sono meno…. Siamo maligni? Non crediamo!! Ed i soldi delle amministrazioni
mancano sempre….
Ecco, finalmente, che è arrivato il metodo tedesco!! Germania quindi, non solo per i mitici elettrodomestici bianchi che imperversavano qualche decina d’anni fa, ma anche per le
buche.

Questa la notizia:
vendita riparare strade_117890.php

A Niederzimmern, in Turingia, un paesino di mille abitanti il Sindaco Christoph Schmidt-Rose ha deciso di vendere le buche per strada pur di raccogliere denaro per riparare il manto stradale. 257
buche in poco più di due mesi per un totale di 12.000 euro è il risultato. Grazie ad Internet gli acquirenti sono arrivati anche da Canada, Russia e Spagna. Ogni buca è stata
venduta a 50 euro, prezzo fisso. L’acquirente ha potuto inserire nel manto stradale una targhetta con il proprio nome, un po’ come si faceva una volta sulle panchine dei parchi pubblici.

Ogni città potrebbe applicare il proprio prezzo. Una targhetta su una buca a Firenze o Roma o Napoli? 100 euro!! E così via: ogni città con il proprio tariffario, non solo ma
anche diverso rispetto al tipo di targhetta che verrebbe installata.

Vuoi mettere, per esempio, Mr John Smith dell’Oklahoma (Usa) che, nel salotto di casa sua, tiene in bella mostra una foto in cui vanta il proprio contributo alla bellezza di una città come
Firenze o Roma? E Mr Stephan Lucchiari da Buenos Aires, coi bisnonni emigranti veneti dell’inizio del ‘900, che in salotto mostra la foto col suo contributo alla bellezza del manto stradale di
Padova? Ogni città una storia. L’Italia è stata un popolo di migranti soprattutto nel secolo scorso (oggi migrano “solo” i cervelli…): nomi, storie e ricordi si possono
intrecciare facendo bene a chi dona e a chi riceve il dono.

Anche questa è la globalizzazione!!
L’idea l’abbiamo data. Buon lavoro a Sindaci e Assessori.

Leggi Anche
Scrivi un commento