Brasile: Il CSO promuove la filiera ortofrutta Made in Italy

Brasile: Il CSO promuove la filiera ortofrutta Made in Italy

Curitiba – Un successo sopra ogni aspettativa per la missione commerciale organizzata da CSO in questi giorni in
Brasile. Vi hanno partecipato imprese di produzione come Naturitalia, Alegra, Frutta C2, Gruppo Mazzoni insieme ad imprese della filiera da poco
confluite in CSO come Unitec, Tr Turoni e Graziani.

“Il sistema ortofrutticolo italiano – dichiara Paolo Bruni – Presidente di CSO ha un enorme bisogno di internazionalizzarsi, perché la
competizione sempre più globale e i grandi volumi di offerta Made in Italy non possono che trovare posto verso nuovi mercati in grado di recepire
ed apprezzare le nostre produzioni di qualità, le nostre tecnologie e il nostro packaging.- il nuovo modello di CSO – conclude Paolo Bruni – è uno strumento innovativo e
strategico per promuovere il meglio dell’ortofrutta italiana”.

E la missione in Brasile è stata una grande opportunità per il sistema Italia che è potuto entrare in contatto con operatori, istituzioni e buyers molto interessanti per
allacciare proficui rapporti commerciali.

“I nostri obiettivi – dichiara Federico Milanese – responsabile filiera e internazionalizzazione di CSO – sono stati raggiunti. Abbiamo incontrato i vertici di Wall Mart, di Carrefour e di
Paolo De Acucar, con grande soddisfazione per le potenzialità offerte dal mercato brasiliano.

Molto interesse – continua – Milanese anche per la nostra tecnologia all’avanguardia nel mondo rimarcato anche in occasione della visita a Curitiba dove è in fase di riorganizzazione il
Ceasa, mercato ortofrutticolo cittadino e dove gli operatori della filiera intravedono grandi opportunità di export di tecnologia per l’ortofrutta Made in Italy”.

L’export ortofrutticolo italiano in Brasile è in continua crescita e rappresenta senza dubbio una grande potenzialità soprattutto per la frutta invernale.

www.csoservizi.com

Redazione Newsfood.com WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento