Bologna: Salute – Invito ai cittadini a donare il sangue prima di partire per le vacanze

Bologna: Salute – Invito ai cittadini a donare il sangue prima di partire per le vacanze

Bologna“Un donatore di sangue lo sa. L’estate non significa solo vacanza”. E’ con questo messaggio che Regione, Avis, Fidas/Advs si rivolgono ai donatori e alle donatrici di
sangue dell’Emilia-Romagna per chiedere loro di effettuare una donazione prima delle vacanze estive, nel rispetto del periodo di pausa tra una donazione e l’altra.

L’invito è contenuto nei due numeri speciali delle riviste delle due associazioni – “Avis Notizie”, Fidas/Advs Qualcosa di importante” – che saranno inviate in questi giorni a casa degli
oltre 160mila donatori e donatrici associati, e in locandine che saranno affisse nelle sedi delle due associazioni e nelle sedi dei servizi delle Aziende sanitarie.

“Arriva l’estate – scrivono – e il bisogno di sangue aumenta. Tantissimi turisti italiani e stranieri scelgono l’Emilia-Romagna per passare le loro vacanze. Inoltre, anche in estate,
l’Emilia-Romagna intende continuare a contribuire all’autosufficienza nazionale inviando sangue alle Regioni che, con la raccolta, non riescono soddisfare le esigenze dei loro servizi”, si legge
nelle pagine dei due numeri speciali.

“L’impegno degli oltre 160mila donatori donatrici e del Servizio sanitario regionale è molto rilevante lungo tutto l’anno, come testimonia il buon livello raggiunto nella raccolta, nella
gestione dei processi di cura, nell’attenzione massima ad un utilizzo appropriato e nel contenimento degli sprechi. Ma in estate occorre uno sforzo particolare e la collaborazione che ci
aspettiamo è ancora una volta fondamentale”, si legge ancora.

Regione, Avis, Fidas/Advs offrono un resoconto dell’andamento di raccolta e consumo di sangue nel 2008. E’ aumentata la raccolta con 247.342 unità di sangue contro le 245.173 nel 2007,
0,9%. E’ aumentato anche il consumo con 234.878 unità nel 2008 rispetto alle 229.969 del 2007, 2,1%: un aumento legato alla crescita degli interventi sanitari che ha tuttavia comportato
una riduzione del contributo dell’Emilia-Romagna all’autosufficienza nazionale (4.408 unità nel 2008 a fronte delle 6.301 del 2007). E il 2009, dicono Regione, Avis, Fidas/Advs, “si
presenta quindi come un anno di recupero nell’ottica di mantenere quel contributo di solidarietà che garantiamo da dieci anni”.

“In Emilia-Romagna la famiglia dei donatori è grande. Ma può crescere ancora. Passa parola!”. Con questo invito e con un ringraziamento ai donatori per quanto vorranno fare
si chiudono gli speciali  di “Avis Notizie” e Fidas/Advs Qualcosa di importante”. L’impegno a promuovere le donazioni di sangue e la cultura della solidarietà continuerà anche
in autunno, quando riprenderanno le iniziative previste dalla campagna informativa “Un piccolo gesto può far grande la vita. Donare sangue, semplicemente importante”: tour itineranti di
camper e stand mobili nei principali centri della regione, distribuzione di materiali informativi, manifesti e locandine, radiocomunicati, promozione nelle scuole con la seconda edizione del
concorso “Red Submarine. Il talento ce l’hai nel sangue. Fallo emergere!”, concorso rivolto agli studenti delle classi IV e V delle scuole medie secondarie superiori a cui è richiesto
di  realizzare un videoclip sulla donazione di sangue.

Nei giorni scorsi si è svolta la cerimonia di premiazione della 1° edizione del concorso: ai 9 vincitori (uno per
provincia) è stata consegnata una telecamera, per il 1° assoluto, oltre alla telecamera, ci sarà la produzione professionale del videoclip e la sua distribuzione in 160 sale
cinematografiche dell’Emilia-Romagna.

Leggi Anche
Scrivi un commento