Bologna: Prelievo del cinghiale, approvata l'integrazione al calendario venatorio

D’ora in poi saranno due i periodi destinati al prelievo del cinghiale attraverso la caccia collettiva. E’ la novità più rilevante contenuta nell’integrazione al
Calendario venatorio per la stagione 2008-2009 contenuto nel Piano faunistico venatorio, approvato durante l’ultima seduta dalla Giunta.

Alla prima fase di caccia iniziata nelle aree ricomprese nella “Rete Natura 2000” il 1 ottobre scorso e che terminerà il 31 dicembre si aggiunge ora quella che si
effettuerà dal 19 ottobre 2008 al 18 gennaio 2009.

Questa non è la sola novità del Piano faunistico venatorio: sempre per quanto riguarda il cinghiale sono state introdotte le “aree speciali”, nuove aree di
caccia nelle quali si ripropone l’esperienza delle cosiddette “aree rosa”, in cui al controllo faunistico si somma, durante la stagione venatoria, la caccia che ha
l’obiettivo di eliminare quasi totalmente questi animali da aree fortemente coltivate.

Il piano d’abbattimento di quest’anno nei due ambiti territoriali di caccia (Atc), Bo 3 e Bo 4 é pari a 4.070 animali; nelle aree speciali, essendo il primo anno di
prelievo, non sono stati fissati contingenti.

Il piano é stato dimensionato facendo riferimento all’incremento annuo della popolazione di cinghiale pari al 165% in media nei due Atc, per un totale di circa 8 –
10.000 animali.

Nel caso questi provvedimenti di contenimento del cinghiale non fossero sufficienti, a caccia conclusa, si procederà all’attuazione dei piani di controllo faunistico.

Leggi Anche
Scrivi un commento