Berlusconi: “L’Alitalia resterà italiana”

Berlusconi: “L’Alitalia resterà italiana”

“L’Alitalia resterà italiana”. 

Lo ha ribadito Silvio Berlusconi che ha fatto il punto sugli sviluppi della trattativa per salvare la compagnia di bandiera nazionale:

“Non ci sono altre soluzioni al di fuori di quella rappresentata dalla Cai. Ho letto e ho sentito anche dire che c’è un’ipotesi Lufthansa la quale è
esattamente uguale alle ipotesi Air France o British Airways. Se ne parla come ipotesi di collaborazione e di alleanze ed eventualmente con la partecipazione di assoluta minoranza. Sono
in tanti a bussare alla porta della Cai per una partecipazione anche al di là delle tre compagnie straniere che ho ricordato e, tra l’altro, ci sono anche altri
imprenditori privati italiani che bussano. Alla Cai, perche’ non c’è una possibilità che un’altra compagnia straniera prenda su di sè il
carico e la responsabilità di Alitalia intera: è un’ipotesi che non esiste e non è mai esistita”. Quanto all’eventuale partecipazione di un partner
straniero, il presidente del Consiglio ha indicato i prossimi passaggi “Si deve prima risolvere la vicenda Cai e poi sarà la Cai ad aprire le trattative per una alleanza
internazionale con una o piu’ compagnie”.

Ai cronisti che gli chiedevano cosa pensasse della lettera di Veltroni, il presidente del Consiglio prima si è portato il dito alle labbra per tapparsi la bocca poi ha sbottato:
“E’ chiaro a tutti cosa e’ successo? C’era già quasi un accordo e l’accordo non si è risolto perchè qualcuno ha scelto la politica di dare
un colpo al governo senza preoccuparsi dell’interesse e del bene del paese”.

Leggi Anche
Scrivi un commento