Berlusconi alla chiusura del VII Vertice ASEM di Pechino: “”I nostri lavori si sono conclusi in uno stato d'animo sereno”

 

“I nostri lavori si sono conclusi in uno stato d’animo sereno e con interventi di segno ottimistico, nonostante l’inizio segnato dall’aggravarsi della crisi finanziaria. Siamo
tutti convinti che le economie debbano ricominciare a crescere e svilupparsi, soprattutto quelle dei Paesi più arretrati e coordineremo i nostri interventi perché i
governi possano dare garanzie, come quelle fornite sui sistemi bancari”. Questa è la sintesi tracciata da Silvio Berlusconi sulle conclusioni del settimo vertice
euroasiatico Asem.

“Naturalmente ci sono possibilità che la crisi finanziaria si riversi sull’economia reale – ha ribadito il Presidente del Consiglio – abbiamo avanzato alcune ipotesi
e le esamineremo. Con Sarkozy ci siamo dati appuntamento per il 7 novembre e abbiamo preparato una serie di interventi, perchè governo e istituzioni monetarie internazionali
possano far sì che non ci sia arretramento, soprattutto con l’indietreggiare delle banche dalla loro linea di credito, e facendo in modo che i prezzi della Borsa non si
allontanino dal valore reale delle aziende”.

“Abbiamo sottoscritto la politica del dialogo – ha aggiunto ancora Berlusconi – e lo hanno fatto anche quei governi che si dicono orgogliosamente comunisti, pur avendo una vera
economia di mercato. Un dialogo politico che servirà soprattutto a migliorare la vita dei cittadini, in particolare di quei 900 milioni di persone che nel mondo hanno fame. Un
dovere morale dei Paesi dove c’è benessere, ma anche un loro interesse. Servono aiuti per le infrastrutture e sostegno perchè altri Stati divengano vere democrazie,
garantendo la libertà ai propri cittadini”.

Il Presidente del Consiglio ha infine parlato di una struttura specializzata nella prevenzione e trattazione dei disastri naturali. E’ stato posto come obiettivo quello di evitare gli
eccessi di produzione di anidride carbonica, tema che ha accolto l’interesse dei partecipanti.

Leggi Anche
Scrivi un commento