BENZINA: Ferma ad 1,63 Euro al litro nonostante la discesa del prezzo del Petrolio

BENZINA: Ferma ad 1,63 Euro al litro nonostante la discesa del prezzo del Petrolio

Nonostante la forte corsa al ribasso del prezzo del petrolio al barile, i carburanti conformano ancora una volta l’iniqua e ormai nota regola della doppia velocità: difatti, se il petrolio
sale o il dollaro si rafforza, automaticamente dopo poche ore il prezzo della benzina alla pompa aumenta in proporzione, d’altro canto quando il prezzo del greggio al barile registra forti
ribassi, come in questi ultimi giorni, il prezzo della benzina resta fermo piuttosto che diminuire. Di fatto, benché il petrolio sia sceso sotto gli 83 dollari al barile e il cambio
Dollaro/Euro sia favorevole alla moneta europea, poiché ci voglio oggi ben 1,43$ per un euro, il prezzo della benzina è ancora fermo sugli 1,63 euro al litro, nella maggior parte
dei distributori italiani. “
La benzina sarebbe dovuta scendere di circa 8 centesimi rispetto alla scorsa settimana,- dichiara Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc – invece è sempre ancorata allo stesso prezzo. In
pratica su un pieno paghiamo 4 euro indebiti e considerando che, ci troviamo nel cuore del periodo vacanziero, in cui di pieni se fanno almeno quattro per ciascun automobilista, vuol dire che
sborsiamo circa 16 euro in più del dovuto, ovvero circa 80 milioni in più, per i circa 5 milioni di turisti italiani e stranieri in viaggio per l’Italia in questi giorni di
ferragosto.
Una speculazione enorme sulla quale qualcuno dovrebbe intervenire.”
Già le associazioni dei consumatori riunite sotto Casper (Adoc, Codacons, Unc , Mdc) più di una volta hanno denunciato questa grave speculazione che è in corso, ed ora Adoc
conferma all’Antitrust la necessità di un’indagine, che sia mirata e repentina, affinché i consumatori e i turisti non siano danneggiati, come spesso accade, proprio la settimana
prima del ferragosto. Inoltre come Adoc chiediamo un intervento immediato del Governo perché si attivi un controllo effettivo ed efficace dei prezzi dei carburanti.
In Attesa di risposte,  l’Adoc consiglia vivamente ai consumatori e ad ogni turista in sella per Bel Paese di fare il pieno alle pompe bianche, ovvero quelle senza logo, dove la benzina
costa tra i 6 e i 12 centesimi in meno, rispetto ai distributori griffati.

ADOC

Leggi Anche
Scrivi un commento