Basilicata: Il vice presidente della giunta sull’ennesimo attentato nel Metapontino

Basilicata: Il vice presidente della giunta sull’ennesimo attentato nel Metapontino

Potenza – “In questi ultimi mesi si stanno intensificando attentati ai danni di aziende agricole, ma non solo, del Metapontino, e di Policoro in particolare. L’attentato incendiario ai
danni della società Casalnuovo Sds è solo l’ultimo inquietante episodio di una serie che fa temere una recrudescenza della criminalità in un’area particolarmente sensibile
del nostro territorio”. E’ quanto afferma il vice presidente della Giunta regionale della Basilicata, Vincenzo Santochirico.

Secondo Santochirico, “non si deve, né si può, sottovalutare il rischio di una nuova escalation che ci porterebbe indietro di molti anni, quando solo una grande mobilitazione
democratica e una decisa azione di repressione impedirono una esiziale omologazione del Metapontino a zone limotrofe. I cittadini, le famiglie, le imprese devono poter vivere e operare in
condizioni di tranquillità, senza subire condizionamenti, intimidazioni, limitazioni alla propria libertà e attività. Per garantire questo occorre fare piena e immediata
luce su episodi che si ripresentano con sempre maggior frequenza e con crescente tasso di pericolosità e di aggressività”.

“Sono certo – prosegue -, ove occorra saranno potenziati i presidi di tutela della legalità a cominciare da quelli che riguardano gli organi e i corpi istituzionali preordinati a
contrastare e reprimere la criminalità, intensificando la vigilanza ed il controllo sul territorio. Le forze dell’ordine e la magistratura impegnate sul campo meritano il pieno sostegno
per debellare sul nascere una nuova stagione di criminalità, che comprometterebbe ulteriormente gli sforzi per salvaguardare e sviluppare settori di fondamentale importanza per
l’economia regionale, quali quello ortofrutticolo e del turismo. E’ necessario mettere in campo strategie di contrasto all’illegalità, che, oltre all’azione di repressione, veda
mobilitate le rappresentanze istituzionali delle comunità, il tessuto democratico e associativo, le organizzazioni professionali, tutti coloro che hanno a cuore il futuro del nostro
territorio. La Regione è pronta a fare la sua parte in collaborazione con gli organi dello Stato e con le Istituzioni presenti sul territorio”.

“Ai titolari della società Casalnuovo Sds, e di tutte le altre colpite o minacciate dalla criminalità – conclude il vice presidente della Giunta -, esprimo la mia
solidarietà e vicinanza, nonché l’impegno per promuovere politiche integrate per la sicurezza del territorio”.

Leggi Anche
Scrivi un commento