Austria: tariffe roaming ai massimi previsti dalla UE

Nell’imminenza delle vacanze estive, Arbeitskammer ha effettuato un confronto tra sei operatori e ha scoperto che le società di telefonia mobile sono tutte ben “incollate” ai
prezzi massimi del roaming fissati dalla Commissione Ue.

Ma il test dice anche che quest’estate telefonare dall’estero costerà meno di un anno fa.

Inoltre c’è qualche semplificazione, rileva AK. Per esempio, è più frequente la possibilità di scelta dell’operatore nel Paese ospite dato
l’allineamento dei prezzi. Non però in Turchia e Croazia, dove le tariffe sono più alte e le differenze maggiori.

Prima della regolamentazione, il prezzo di un minuto di conversazione si aggirava intorno a 1 euro (tariffe contrattuali), ora il massimo sono 59 cent; chi riceve la chiamata non paga
più 81 centesimi, ma 29.

Sms: i prezzi sono pressochè uguali a quelli del 2007 (tra 25 e 30 cent).

Due consigli: preferire gli sms, specie fuori dall’Ue; evitare la segreteria telefonica, che è un’autentica succhiasoldi.

Leggi Anche
Scrivi un commento