Anche le banche danno credito all’agroalimentare

Anche le banche danno credito all’agroalimentare

L’istituto milanese e l’organizzazione degli agricoltori hanno firmato un accordo che prevede la messa a disposizione di un plafond di 1 miliardo di euro destinato alle 500 mila imprese associate
a Confagricoltura. 

L’accordo punta a sostenere le pmi del settore agricolo – che vale intorno al 10% del pil italiano e occupa quasi un milione di persone – garantendo la continuità del credito, la
liquidità necessaria per la gestione ordinaria e gli investimenti produttivi.

«Si tratta di una partnership con la prima banca italiana – ha sottolineato il presidente dell’organizzazione agricola Federico Vecchioni – il modo migliore per affrontare la crisi e
avviare una profonda riforma di questo comparto».

«Oggi l’Italia vive oggettivamente un momento di difficoltà ma è in situazioni come questa che i sistemi coesi ce la fanno», ha aggiunto l’amministratore delegato di
Intesa Sanpaolo, Corrado Passera, sottolineando come l’accordo odierno «salvaguardi il ruolo strategico di un settore produttivo vitale».

Leggi Anche
Scrivi un commento