Ambientarti: quando l'arte è al servizio dell'ambiente

Pensare globalmente, ma agire localmente, perché la difesa dell’ambiente è un diritto-dovere di tutti i cittadini. Con questo spirito è stata inaugurata ieri alle 17
“Ambientarti”, la kermesse dedicata ai cambiamenti climatici e all’arte, organizzata da Provincia di Viterbo e Regione Lazio, a Palazzo Doria Pamphilj di San Martino al Cimino (Vt). Mostre,
convegni, laboratori didattici e musica: fino al 12 novembre è l’ambiente a tenere banco. Il progetto artistico è ideato da Cristina Antonini e Massimo Lucarelli, mentre i
laboratori di educazione sono curati dal laboratorio ambiente della Provincia.

“Dobbiamo innescare una rivoluzione copernicana – ha affermato l’assessore all’Ambiente, Tolmino Piazzai – passando dalla cultura della quantità a quella della qualità. Se con
questa manifestazione saremo in grado di sensibilizzare almeno una parte dell’opinione pubblica, allora significa che stiamo riuscendo a dare il nostro piccolo contributo. Perché solo
cambiando le abitudini e gli stili di vita quotidiani possiamo incidere su processi che stanno sconvolgendo il volto del nostro pianeta, ma sui quali abbiamo la possibilità di
incidere”.

L’arte al servizio dell’ambiente. “La mostra d’arte contemporanea – ha spiegato Cristina Antonini – si basa sul principio non solo dell’esperienza educativa, ma soprattutto su quello della
denuncia”. E così il filo conduttore di pittori, scultori, fotografi che espongono le proprie opere è quello di scuotere le coscienze in favore della tutela ambientale: da
materiali di riciclo utilizzati per realizzare le sculture, alle foto di paesaggi, tutto parla di natura e della sua difesa.

Le opere di pittura, scultura, video arte, istallazioni e performance musicali sono di Patrik Alò, Cristina Antonini, Maurizio Aprea, Federica Chimenti, Gianni Depaoli, M. Feliziani,
Igor Imhoff, Margherita Levo Rosemberg, Stefano Di Maulo, Marco Mintoti, Nemaja Nikolic, Corrado Nucci, Federico Pacini, Davide Sarchioni, Mauro Sergio Neri De Silva, Lapo Simeoni, Andrea
Sterpa, Paul Wiedmer, Francesco Varesano.

Il programma:

Giovedì 8 Novembre 2007
Ore 9,30/12,30: laboratori didattici
Ore 9,00/13,30 – 15,30/19,00: visita mostre
Ore 15,30: Convegno: “Temi e problemi nella gestione dei rifiuti urbani in ambito provinciale”

Venerdì 9 Novembre 2007
Ore 9,00/13,30 – 15,30/19,00: apertura mostre
Ore 9,30/12,30: laboratori didattici
Ore 10,00-14,00: Sessione plenaria del forum Agenda 21: presentazione del piano di azione operativo locale della Provincia
Ore 16,00/18,00: tavola rotonda educazione ambientale
Ore 22.00: “Wamde”: ritmi e danze tradizionali della Guinea

Sabato 10 Novembre 2007
Ore 9,00/13,30 – 15,30-19,00: visita mostre
Ore 9,00-12,30: laboratori didattici
Ore 10,00-13,00: incontro dirigenti scolastici: presentazione attività assessorato
Ore 22,00: “Didjalupo” Etno-Elettro

Domenica 11 Novembre: 2007
Ore 9,00/13,30 – 15,30-19,00: visita mostre
Ore 17,00: premiazione concorso fotografico
Ore 18,00: performance: “Materie Prime”: Marco Paoletti, Alessio Paoletti, Antonio Biondi
Ore 22,00:”La Tresca” Folk

Lunedì 12 Novembre 2007
Ore 9,00- 17,00: visita mostre
Ore 9,30- 17,00 Convegno: Le Fonti rinnovabili ed il risparmio energetico per gli obiettivi di Kyoto: una opportunità per lo sviluppo ecosostenibile della provincia di Viterbo

Leggi Anche
Scrivi un commento